CICCARELLI

CAIVANO, FERMATO IL BOSS ANTONIO CICCARELLI

on dic 16, 14 • by • with Commenti disabilitati su CAIVANO, FERMATO IL BOSS ANTONIO CICCARELLI

E’ stato arrestato Antonio Ciccarelli. Le squadre mobili delle questure di Napoli e Roma lo hanno fermato, nel Parco Verde di Caivano. Antonio Ciccarelli, 43 anni, è ritenuto a capo dell’omonimo clan attivo nella provincia di Napoli, tra Caivano, Frattamaggiore, Frattaminore e Cardito. Ciccarelli, detto...
Pin It

Home » Cronaca, Cronaca Locale, Testata » CAIVANO, FERMATO IL BOSS ANTONIO CICCARELLI

E’ stato arrestato Antonio Ciccarelli. Le squadre mobili delle questure di Napoli e Roma lo hanno fermato, nel Parco Verde di Caivano. Antonio Ciccarelli, 43 anni, è ritenuto a capo dell’omonimo clan attivo nella provincia di Napoli, tra Caivano, Frattamaggiore, Frattaminore e Cardito. Ciccarelli, detto “Tonino ‘a munnezza”, e’ stato preso nella sua roccaforte. Fermati anche altri 14 fiancheggiatori. Sono accusati di associazione finalizzata allo spaccio di stupefacenti aggravata dall’avere agevolato un clan di camorra.

Il provvedimento di fermo nei confronti del boss Antonio Ciccarelli e di altre 14 persone ritenute a lui vicine, è stato emesso dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli.

Nel Parco Verde di Caivano (Napoli) è attiva una delle piazze di spaccio più importanti del Napoletano. Lì, il clan Ciccarelli, nato da una costola del clan Moccia, vende hashish, marijuana, cocaina e kobret. I fermi sono stati disposti nell’ambito delle indagini sull’omicidio di Modestino Pellino, avvenuto a Nettuno, in provincia di Roma, nel luglio del 2012, nell’ambito di una faida interna al gruppo camorristico.

In queste ore il Parco Verde è al centro di una vasta operazione anticamorra della polizia dalla squadra mobile di Roma e di Napoli. Diciassette provvedimenti sono stati emessi dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli nei confronti di un sodalizio criminoso dedito stupefacenti ed armi. Nell’operazione sono impegnati oltre 200 agenti, compresi reparti speciali, unità cinofile, elicotteri e reparti Prevenzione crimine.

fonte: Repubblica.it, NapoliToday

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like