tano grasso

Caivano: In migliaia alla marcia per la legalità

on dic 4, 14 • by • with Commenti disabilitati su Caivano: In migliaia alla marcia per la legalità

(ARTICOLO DI GIUSEPPE BIANCO) Caivano – “Chi non salta un mafioso è”. Marcia della Legalità, in migliaia al corteo. La “marcia della legalità”, nata come una testimonianza dei giovani e non solo, si è trasformata in una grande manifestazione antimafia con la presenza di Tano Grasso, presidente...
Pin It

Home » Cronaca, Cronaca Locale, Testata » Caivano: In migliaia alla marcia per la legalità

bambini (ARTICOLO DI GIUSEPPE BIANCO) Caivano – “Chi non salta un mafioso è”. Marcia della Legalità, in migliaia al corteo. La “marcia della legalità”, nata come una testimonianza dei giovani e non solo, si è trasformata in una grande manifestazione antimafia con la presenza di Tano Grasso, presidente onorario Fai (Federazione antiracket e antiusura). Il Prefetto Antonio Contarino, cui va la paterintà dell’evento, ha invitato tutti a partecipare massicciamente, per dimostrare che “i Comuni restano in prima fila nella difficile e delicata battaglia contro le mafie e le illegalità”. Il corteo, partito da piazza Cesare Battisti, ha attraversato via Don Minzoni, corso Umberto, via Gramsci e via Roma. Una partecipazione sentita da alunni, insegnanti, giovani e giovanissimi, che hanno scandito slogan e striscioni quali “ la legalità è un valore, usiamola bene” , “uniti si vince”. Anche lo stato ha fatto sentire la propria presenza con la partecipazione del vice prefetto Rosanna Sergio, commissario straordinario del Comune di Cardito, i vertici dell’Arma dei carbinieri con il Colonnello Antonio De Vita, comandante provinciale dell’Arma, il colonnello Luca Corbellotti, comandante del gruppo carabinieri di Castello di Cisterna, il capitano Pierangelo Iannicca, comandante della compagnia di Casoria, il tenente Aldo Di Foggia, alla guida della locale tenenza, il vice questore Sergio Di Mauro, dirigente del commissariato di Afragola e il comandante della Polizia locale, Gaetano Alborino. Hanno sfilato la Don Milani, il 3° Istituto Comprensivo Statale del parco Verde, il liceo linguistco Braucci, L’associazione Nazionale dei Carabineiri e quella dei cicloamatori di Caivano, l’Associazione Vigili del Fuoco in congedo e la protezione civile. Un fume di persone ha sfilato per le stradae di Caivano affermano con forza i principi e i valori quali legalità e lotta alle mafie. “ Uniti si vince e denunciare si deve”, ha esordito dal palco allestito in piazza Battsiti, Tano Grasso. Una mare di gente ha applaudito a piu’ riperse gli interventi. “ Oggi non è una semplice giornata commemorativa ma un impegno concreto per scuotere le coscienze e sostenere le persone che quotidianamente si impegnano contro questa piaga”, ha detto il Prefetto Contarino.”Quando inevitabilmente le luci sulla città si saranno spente, la societa’ civile avra’ subito un cambiamento profondo, espresso soprattutto dalla grande partecipazione dei giovani. La mafia uccide, il silenzio piu’ della mafia” Parole che hanno visto la commozione negli occhi del commissario. “La manifestazione di oggi che ci ha visti sfilare gli uni accanto agli altri, e’ un messaggio chiaro che la città, i giovani e la società civile, ripudiano la mafia e tutte le sue forme perverse di criminalita. Siamo qui, per mandare un messaggio chiaro al Paese: la Caivano degli onesti non e’ rassegnata. Anzi si prepara, con l’aiuto dello Stato, a reagire”. Ma ciò che ha colpito i presenti, l’assenza assordante della politica che ha disertato in massa l’evento.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like