CAIVANO. Rapinano le poste e portano via 4000 euro, ma non afferrano la cassaforte

on apr 4, 13 • by • with Commenti disabilitati su CAIVANO. Rapinano le poste e portano via 4000 euro, ma non afferrano la cassaforte

(SERVIZIO A CURA DI FRANCESCO CELIENTO E PITRO MAGRI) CAIVANO – Assaltano l’ufficio postale e rubano quattromila euro. E’ accaduto stamane (4 Aprile, ndr) in via Rosano a Caivano intorno alle ore 9. Cinque banditi, descritti dai testimoni come persone giovani ed agili, ovviamente ben incappucciati per non essere...
Pin It

Home » Cronaca, Cronaca Locale » CAIVANO. Rapinano le poste e portano via 4000 euro, ma non afferrano la cassaforte

(SERVIZIO A CURA DI FRANCESCO CELIENTO E PITRO MAGRI) CAIVANO – Assaltano l’ufficio postale e rubano quattromila euro. E’ accaduto stamane (4 Aprile, ndr) in via Rosano a Caivano intorno alle ore 9. Cinque banditi, descritti dai testimoni come persone giovani ed agili, ovviamente ben incappucciati per non essere facilmente riconoscibili, si sono introdotti all’interno della filiale e sotto la minaccia di pistole e fucili si sono fatti consegnare dai dipendenti il denaro contenuto nelle casse in quel momento, per fortuna solo quattromila euro, un bottino magro per questo genere di colpi.

Infatti, il vero obiettivo dei rapinatori probabilmente era la cassaforte della filiale, dove qualche minuto prima del raid un furgone portavalori aveva scaricato 240mila euro, denaro contante che serviva a pagare le pensioni, che però non sono riusciti a raggiungere.

I malviventi sono entrati in azione dopo che probabilmente un complice ha avvisato loro che il portavalori è andato via; secondo gli inquirenti si tratta di una gang di rapinatori che non era in grado di portare a compimento l’assalto di un furgone blindato.

L’azione è stata fulminea, circa un minuto, i banditi sono entrati nell’ufficio tramite una porta anti-panico, chiusa al pubblico ma aperta loro da un complice che si trovava già all’interno. Nel frattempo è scattato l’allarme che ha fatto precipitare in via Rosano le gazzelle dei carabinieri della Tenenza Caivano, i quali conducono le indagini per risalire ai responsabili della rapina, da stamane gli uomini dell’Arma stanno sentendo gli impiegati postali ed i testimoni presenti al raid. Molto scarsa la collaborazione della gente, nel momento in cui scriviamo i militari infatti non sono riusciti ancora a stabilire con esattezza con quale mezzo i cinque banditi siano giunti all’ufficio postale, si ipotizza con potenti motorini per sfuggire facilmente per le vie della città.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like