carabinieri

Caivano, scoperte due teste di legno: risultavano proprietari di 263 auto

on mar 29, 14 • by • with Commenti disabilitati su Caivano, scoperte due teste di legno: risultavano proprietari di 263 auto

(ARTICOLO DI FRANCESCO CELIENTO) CAIVANO – I militari della tenenza di Caivano sono giunti a loro attraverso una breve indagine. Erano troppe le auto intestate a due pregiudicati, alla cui guida venivano trovati sempre altri soggetti. Così da questi piccoli indizi è partita l’inchiesta che ha trovato riscontri...
Pin It

Home » Cronaca, Cronaca Locale, Testata » Caivano, scoperte due teste di legno: risultavano proprietari di 263 auto

(ARTICOLO DI FRANCESCO CELIENTO) CAIVANO – I militari della tenenza di Caivano sono giunti a loro attraverso una breve indagine. Erano troppe le auto intestate a due pregiudicati, alla cui guida venivano trovati sempre altri soggetti. Così da questi piccoli indizi è partita l’inchiesta che ha trovato riscontri reali all’ipotesi indiziaria. Due uomini residenti a Caivano, già conosciuti alle forze dell’ordine, entrambi nullatenenti, sono risultati intestatari rispettivamente di 131 e 132 veicoli fra moto, automobili, autocarri, usati da cittadini italiani, albanesi e piccoli imprenditori, ma sono in corso ulteriori accertamenti per scoprire tutti i reali utilizzatori dei mezzi di trasporto, dietro cui, non è escluso, potrebbe nascondersi anche la malavita locale.

Un parco macchine che, secondo gli uomini guidati dal tenente Aldo Di Foggia, vale circa 800.000 euro. Gli uomini dell’Arma hanno chiesto quindi alla Procura della Repubblica di Napoli Nord la radiazione al Pubblico Registro Automobilistico dei 263 veicoli per confiscarli e poi successivamente venderli e così far incassare allo Stato l’ingente somma.

Per i due prestanomi è stata chiesta alla magistratura l’interdizione legale nonché sono scattate le contravvenzioni al codice della strada (ovvio che le auto erano tutte prive del tagliando di assicurazione obbligatoria) per circa 138mila e 600 euro.

La fittizia intestazione a nullatenenti di molteplici veicoli era stata articolata per eludere gli accertamenti sui responsabili civili della circolazione nonché evitare di pagare alcuna sanzione amministrativa.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like