«I napoletani puzzano»: undicimila adesioni per fare causa alla Rai

on ott 23, 12 • by • with Commenti disabilitati su «I napoletani puzzano»: undicimila adesioni per fare causa alla Rai

NAPOLI – Non si attenua la polemica per il servizio giornalistico mandato in onda dal tgr Piemonte prima della partita Juventus-Napoli di sabato scorso, nel corso del quale il giornalista ha chiosato le dichiarazioni razziste di un tifoso dicendo “i napoletani li riconoscete dalla puzza”. Il...
Pin It

Home » Cronaca, Cronaca Nazionale » «I napoletani puzzano»: undicimila adesioni per fare causa alla Rai

NAPOLI – Non si attenua la polemica per il servizio giornalistico mandato in onda dal tgr Piemonte prima della partita Juventus-Napoli di sabato scorso, nel corso del quale il giornalista ha chiosato le dichiarazioni razziste di un tifoso dicendo “i napoletani li riconoscete dalla puzza”. Il giornalista è stato sospeso e la Rai ha chiesto scusa alla città ma la tensione resta alta.
Angelo Pisani, presidente della decima municipalità e leader del movimento noiconsunatori.it oggi ha presentato denuncia-querela contro i responsabili della Rai e la società Juventus “per i gravi ed ingiustificabili atti di razzismo e diffamazione in danno dell’immagine, la morale e la dignità dei cittadini partenopei e a tutela dei valori dello sport e vivere civile”.

«Siamo delusi dalle sanzioni comminate dalla giustizia sportiva che, pur accertando e confermando quanto denunciato da milioni di sportivi sano e civili, come al solito ha minimizzato i gravissimi fatti e cori razzisti accaduti al Juventus stadium – spiega Pisani in un comunicato – ma chiediamo vera Giustizia alla magistratura ordinaria in sede penale e civile con punizione esemplare di tutti i colpevoli . Abbiamo già raccolto oltre 11mila adesioni e sottoscrizioni anche per la maxi causa civile contro la Rai e tutti i responsabili della diffamazione in danno dei napoletani a conti fatti per tutti i danni da risarcire chiederemo oltre 10 milioni di euro da suddividere per ogni napoletano mortificato e offeso, chiedendo inoltre anche rispetto e scuse istituzionali per il popolo cinese».

ilmattino.it

 

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like