Perugia, bimbo muore raggiunto da colpo da pistola del padre

on nov 4, 12 • by • with Commenti disabilitati su Perugia, bimbo muore raggiunto da colpo da pistola del padre

GIANO DELL’UMBRIA (PERUGIA) – Un bambino di tre anni e’ morto dopo essere stato raggiunto da un colpo di pistola partito dalla pistola del padre, una guardia giurata. Sono in corso accertamenti da parte dei carabinieri secondo la prima ipotesi a sparare potrebbe essere stato lo stesso bimbo....
Pin It

Home » Cronaca, Cronaca Nazionale » Perugia, bimbo muore raggiunto da colpo da pistola del padre

GIANO DELL’UMBRIA (PERUGIA) – Un bambino di tre anni e’ morto dopo essere stato raggiunto da un colpo di pistola partito dalla pistola del padre, una guardia giurata. Sono in corso accertamenti da parte dei carabinieri secondo la prima ipotesi a sparare potrebbe essere stato lo stesso bimbo.

L’incidente è avvenuto nell’abitazione della famiglia. Seguendo le prime informazioni sembra che il bambino fosse solo in una delle stanze della casa. Gli accertamenti dei carabinieri per ricostruire l’esatta dinamica dell’episodio sono ancora in corso.

INDAGINI CONFERMANO IPOTESI INCIDENTE – Hanno confermato l’ipotesi dell’incidente gli accertamenti eseguiti fino a tarda sera dai carabinieri dopo la morte di un bambino di tre anni raggiunto da un colpo di pistola sparato da lui stesso con l’arma del padre, una guardia giurata, a Giano dell’Umbria. A carico dell’uomo gli investigatori stanno valutando l’ipotesi di reato di omessa custodia della pistola stessa, una calibro 9 e non una 7,65 come appreso inizialmente.

L’incidente è avvenuto quando la famiglia aveva praticamente finito di cenare. A quel punto il bambino è salito al piano superiore per andare in bagno. Cosa sia successo poi esattamente è ancora al vaglio degli investigatori, anche se l’ ipotesi più accreditata è che il piccolo stesso abbia preso la pistola da cui è poi partito un colpo che lo ha raggiunto alla testa, uccidendolo praticamente sul colpo. Il magistrato ha comunque disposto l’autopsia. Nell’abitazione hanno svolto accertamenti, alcuni dei quali non ancora conclusi, i carabinieri della Compagnia di Spoleto guidati sul posto dal capitano Fabio Rufino, con l’ausilio anche del personale dell’Arma specializzato nelle analisi scientifiche. Intervenuto anche il medico legale.

ansa.it

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like