DON MAURIZIO PATRICIELLO: “L’AMIANTO GIACE ANCORA SULLA CAIVANO-AVERSA. FATE QUALCOSA PER RIMUOVERLO…”

on giu 25, 13 • by • with Commenti disabilitati su DON MAURIZIO PATRICIELLO: “L’AMIANTO GIACE ANCORA SULLA CAIVANO-AVERSA. FATE QUALCOSA PER RIMUOVERLO…”

Il suo sfogo è pieno di amarezza: “Finora nessuno ha raccolto il nostro allarme – dice padre Maurizio Patriciello – quell’amianto è ancora lì e non è stato messo in campo alcun intervento per difendere la popolazione o gli automobilisti che passano in quella zona”.Maurizio Patriciello è il sacerdote che...
Pin It

Home » Cronaca, Cronaca Locale » DON MAURIZIO PATRICIELLO: “L’AMIANTO GIACE ANCORA SULLA CAIVANO-AVERSA. FATE QUALCOSA PER RIMUOVERLO…”

Il suo sfogo è pieno di amarezza: “Finora nessuno ha raccolto il nostro allarme – dice padre Maurizio Patriciello – quell’amianto è ancora lì e non è stato messo in campo alcun intervento per difendere la popolazione o gli automobilisti che passano in quella zona”.Maurizio Patriciello è il sacerdote che poche ore fa ha lanciato ha lanciato l’allarme sulla presenza di amianto sull’asse mediano dalla provinciale Caivano-Aversa. Sulla prima piazzola a destra qualcuno ha lasciato pezzi di amianto sbriciolato: un pericolo se quelle minuscole fibre dovessero diffondersi nell’aria perché l’amianto è cancerogeno.
Patriciello ha lanciato un appello su Facebook affinché la circolazione nella zona venisse interdetta e quell’amianto rimosso. “Ma al momento tutto è ancora come prima – commenta don Maurizio – sono in contatto con il sindaco di Frattaminore che mi ha confermato la gravità della situazione ma che mi ha spiegato di non poter intervenire perché quell’amianto è stato abbandonato in un terreno del comune di Orta di Atella”. I volontari della parrocchia di Caivano, dove è parroco Patriciello, si sono recati sul posto per un primo esame della situazione. “In questi ultimi tempi abbiamo più volte lanciato appelli sui rischi provocati dai rifiuti illegali – conclude don Maurizio – purtroppo irresponsabili e ignoranti non mancano mai, come in questo caso. Chi si è disfatto di quell’amianto, che sembra essere la copertura di un pezzo di tetto, lo ha fatto senza calcolare i rischi, tanto è vero che ha gettato l’amianto in sacchi della spazzatura, come fosse un rifiuto qualunque…”.

PARELLELO41.IT

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like