Giù dal balcone bimba di 2 anni Tragedia a Ponticelli, è gravissima

on set 14, 12 • by • with Commenti disabilitati su Giù dal balcone bimba di 2 anni Tragedia a Ponticelli, è gravissima

NAPOLI – Lotta contro la morte, nella sala di rianimazione del Santobono, una bimba di due anni caduta dalla finestra della sua cameretta. Era salita, gattonando, su un cumulo di giocattoli, aveva raggiunto il davanzale, poi il salto nel vuoto. Un volo di due piani, poi il tonfo. È stata soccorsa –...
Pin It

Home » Cronaca, Cronaca Locale » Giù dal balcone bimba di 2 anni Tragedia a Ponticelli, è gravissima

NAPOLI – Lotta contro la morte, nella sala di rianimazione del Santobono, una bimba di due anni caduta dalla finestra della sua cameretta. Era salita, gattonando, su un cumulo di giocattoli, aveva raggiunto il davanzale, poi il salto nel vuoto. Un volo di due piani, poi il tonfo.

È stata soccorsa – sanguinante e priva di sensi – in strada, caricata su un auto di passaggio e trasportata di corsa all’ospedale pediatrico Santobono dove è stata immediatamente sottoposta agli accertamenti di rito per stabilire, con una tac, i danni riportati nella caduta.

Disperati i genitori e i parenti della bimba che hanno affollato la sala di attesa del nosocomio pediatrico vomerese. Sulla vicenda indaga ora il locale commissariato di polizia, i cui agenti si sono immediatamente recati sul posto per ricostruire la dinamica del tragico incidente. Sull’evento, infatti, non ci dovrebbero essere dubbi. Nessun evento dolo, solo una tragica fatalità. La piccina si sarebbe sottratta allo sguardo dei parenti e, una volta nella sua cameretta, sarebbe salita su un cumulo di giocattoli per conquistare il davanzale. Poi il tuffo nel vuoto.

Al Santobono i medici l’hanno subito giudicata in imminente pericolo di vita. Ma non disperano di salvarla. Le lesioni riportate sono estremamente gravi. Il tragico episodio si è verificato in via Al chiaro di luna, all’altezza del civico 7, in prossimità del centro Conocal. Si tratta di una zona del quartiere periferico, posta tra Via Argine e il cosiddetto «Lotto Zero». Caratterizzata da vecchie palazzine, tele di amianto e cemento e forte degrado.

È una zona considerata punto di riferimento per spacciatori e tossicodipendenti. Non molto tempo fa sono stati eseguiti lavori di restauro dei palazzi popolari. Ma questi interventi non hanno fermato, però, i vandali. Ma ritorniamo al drammatico episodio. In tarda serata la piccina è stata portata in camera operatoria per un disperato intervento chirurgico: dalla tac si evinceva infatti un gravissimo ematoma con una copiosa emorragia, oltre a numerose fratture e lesioni in altre parti del corpo.

L’equipe di neurochirurghi pediatrici, allertati con tempestività, ha lavorato fino a tarda notte al tavolo operatorio per tentare si salvare la piccola.
Poi il trasferimento in sala di rianimazione dove, come si è detto, la piccina è tuttora ricoverata e lotta contro la morte. I genitori della piccola – la mamma ha solo 19 anni – dovranno, comunque, spiegare agli investigatori come mai la loro figlioletta si è sottratta alla loro attenzione. La mamma ha già detto agli agenti che lei dormiva quando la piccina si è lanciata nel vuoto.

Recentemente, a fine agosto, un’altra bambina di tre anni era precipitata dalla finestra, nel cuore dei Quartieri Spagnoli. Ma in quel caso era stata proprio sua madre a lanciarla prima di tentare il suicidio. Per fortuna un poliziotto evitò il peggio, salvando la piccola dall’impatto col selciato.

fonte: ilmattino.it

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like