Il maltempo crea i primi disagi in Campania

on set 13, 12 • by • with Commenti disabilitati su Il maltempo crea i primi disagi in Campania

Sono bastate le prime piogge settembrine a far scattare l’emergenza maltempo, che ormai non sarebbe più il caso chiamarla così. Le zone interessate sono quelle dell’agro nocerino  in provincia di Salerno e problemi a Napoli città  mentre frana il Faito su Moiano di Vico Equense,  strade allagate a...
Pin It

Home » Cronaca, Cronaca Locale, News » Il maltempo crea i primi disagi in Campania

Sono bastate le prime piogge settembrine a far scattare l’emergenza maltempo, che ormai non sarebbe più il caso chiamarla così. Le zone interessate sono quelle dell’agro nocerino  in provincia di Salerno e problemi a Napoli città  mentre frana il Faito su Moiano di Vico Equense,  strade allagate a Positano in Costiera amalfitana. E’ stata interrotta la strada provinciale 1 che collega Ravello con  con il Valico di Chiunzi per il fiume di fango, a Scala ingrossato il fiume Dragone e allerta ad Atrani ma la situazione più grave rimane Positano. Torre Annunziata, Castellammare, Boscoreale e Terzigno sono le zone critiche nel Vesuviano e l’attenzione delle forze dell’ordine è massima. A Castellammare la citta’ e’ stata invasa da un torrente di fango che ha provocato gravissimi disagi e tanta paura nella popolazione a causa delle anomali piogge che questa mattina hanno interessato la zona.
Nelle strade si sono formati pericolosi torrenti di acqua e fango venuti giu’ dai comuni dei Monti Lattari. Il traghetto per Sorrento Capri è rimasto arenato nel porto. Tutto il centro cittadino si e’ trasformato in un lago con oltre 30 centimetri di acqua in piazza Monumento.

Prolemi vari anche nel Cilento. Allagamenti segnalati in tutta la provincia,  poi c’è l’incubo di frane e smottamenti. Traffico in tilt e forti disagi nelle città e anche in autostrada, dove ci sono allagamenti sul tratto Nocera-Scafati.

 Allagamenti si registrano anche a Torre del Greco, nella zona centrale, a Portici e a Ercolano.

Fonte. Ansa.it

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like