vesuvio

Microscosse sul Vesuvio, voci e timori: «Ma non c’è allarme»

on apr 8, 14 • by • with Commenti disabilitati su Microscosse sul Vesuvio, voci e timori: «Ma non c’è allarme»

Sorvegliato speciale. Una rete perfetta di sensori, fra i più moderni e sofisticati del mondo, controlla giorno e notte la febbre del Vesuvio e degli altri crateri attivi nell’area vulcanica napoletana. Strumenti di altissima perfezione tecnologica, in grado di registrare non soltanto le scosse di terremoto, ma...
Pin It

Home » Cronaca, Cronaca Locale, Testata » Microscosse sul Vesuvio, voci e timori: «Ma non c’è allarme»

Sorvegliato speciale. Una rete perfetta di sensori, fra i più moderni e sofisticati del mondo, controlla giorno e notte la febbre del Vesuvio e degli altri crateri attivi nell’area vulcanica napoletana. Strumenti di altissima perfezione tecnologica, in grado di registrare non soltanto le scosse di terremoto, ma anche le onde impercettibili provocate da boati e sussulti di minima intensità. Ventiquattro stazioni di sorveglianza (cinque mobili) nei punti caldi del comprensorio vesuviano, cinquanta nell’area napoletana, dalle sponde del Vesuvio e dei Campi Flegrei ai confini con l’Appennino irpino. Un sistema di percezione sismografica che consente ai centonove ricercatori dell’Osservatorio Vesuviano di mantenere perennemente alta la guardia sui tratti territoriali a più alto rischio vulcanico.

fonte: ilmattino.it

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like