bottiglieri

Napoli, agguato in pieno giorno: reggente di un clan ucciso in un centro scommesse, killer coperti da caschi

on ott 24, 13 • by • with Commenti disabilitati su Napoli, agguato in pieno giorno: reggente di un clan ucciso in un centro scommesse, killer coperti da caschi

NAPOLI – Un uomo, Giovanni Bottiglieri, classe 1981, conosciuto dalle forze dell’ordine per precedenti vari reati, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco in un agguato in via Bernardo Quaranta a San Giovanni a Teduccio, periferia orientale di Napoli. Sul posto è intervenuta la squadra mobile della...
Pin It

Home » Cronaca, Cronaca Locale, Testata » Napoli, agguato in pieno giorno: reggente di un clan ucciso in un centro scommesse, killer coperti da caschi

NAPOLI – Un uomo, Giovanni Bottiglieri, classe 1981, conosciuto dalle forze dell’ordine per precedenti vari reati, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco in un agguato in via Bernardo Quaranta a San Giovanni a Teduccio, periferia orientale di Napoli.

Sul posto è intervenuta la squadra mobile della Questura. Bottiglieri è stato raggiunto dai colpi mentre si trovava all’interno di un’agenzia di scommesse. I sicari giunti a bordo di uno scooter, lo
hanno raggiunto alle spalle. Uno dei due gli ha esploso almeno due colpi alla nuca. Il pregiudicato è morto prima dell’arrivo dei soccorsi. Il corpo, intorno alle 12.15, non è stato ancora rimosso dall’agenzia Better Slot. Scene di disperazione dei parenti dell’uomo fuori dal locale.

L’omicidio si è verificato nella stessa strada in cui negli anni ’90 furono uccisi padre e fratelli Altamura. Per terra gli inquirenti hanno trovato tre bossoli.

Bottiglieri aveva precedenti penali per estorsione, rapina e ricettazione. Secondo gli investigatori era l’attuale reggente del clan camorristico Aprea attivo nella zona orientale della città.

La squadra mobile sta cercando di ricostruire gli ultimi contatti del pregiudicato e indaga su possibili collegamenti tra l’agguato di oggi e quello compiuto nella notte tra lunedì e martedi, sempre a San Giovanni a Teduccio, contro il pregiudicato Vincenzo Tranquilli, 37 anni, ferito con quattro colpo di pistola, uno dei quali al volto, e ricoverato in gravi condizioni al «Loreto Mare». Tranquilli non risultava, comunque legato a clan camorristici.

fonte: ilmattino.it

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like