plebiscito

Napoli. Concerti al Plebiscito, il Tar dà ragione al Comune

on mag 14, 14 • by • with Commenti disabilitati su Napoli. Concerti al Plebiscito, il Tar dà ragione al Comune

l Tar ha accolto il ricorso presentato dal Comune di Napoli contro il decreto della Soprintendenza che imponeva dei vincoli all’utilizzo di piazza Plebiscito. Ad annunciarlo alla stampa il sindaco di Napoli Luigi de Magistris che ha sottolineato la «soddisfazione» dell’ amministrazione per una vittoria...
Pin It

Home » Cronaca, Cronaca Locale, Testata » Napoli. Concerti al Plebiscito, il Tar dà ragione al Comune

l Tar ha accolto il ricorso presentato dal Comune di Napoli contro il decreto della Soprintendenza che imponeva dei vincoli all’utilizzo di piazza Plebiscito.

Ad annunciarlo alla stampa il sindaco di Napoli Luigi de Magistris che ha sottolineato la «soddisfazione» dell’ amministrazione per una vittoria che costituisce «un risultato importante».

«Mi auguro che ora cessino gli ostacoli ingiustificati rispetto all’utilizzo di piazza Plebiscito e al progetto di città che abbiamo in mente» ha detto de Magistris. Il sindaco ha sottolineato che è stato un ricorso «difficile, sofferto, ma assolutamente doveroso nell’interesse della città».

De Magistris ha spiegato che nelle motivazioni del Tar si afferma il principio che «i luoghi pubblici devono essere vissuti da cittadini e turisti, che sono beni comuni, spazi da valorizzare nell’ambito – ha evidenziato – di una leale collaborazione tra istituzioni a cominciare dalla Soprintendenza».

Ora per piazza Plebiscito si aprono numerose possibilità. La sentenza del Tar dà il via libera – ha proseguito de Magistris – «a concerti, iniziative economiche, programmi di riqualificazione purchè non si deturpi, non si saccheggi e non si muti la destinazione della piazza che non è mai stata in discussione».

«Abbiamo perso – ha aggiunto de Magistris – tanto tempo inutilmente. Mi auguro che ora non ci siano più atteggiamenti di ingiustificato ostacolo al progetto di città che abbiamo fortemente voluto e con cui ci siamo presentati in campagna elettorale tre anni fa. Il Tar riconosce l’assoluta legittimità del nostro operato e l’illegittimità di quello di altri».

Il Tar ha ravvisato nel decreto della Soprintendenza con cui si ponevano dei vincoli all’utilizzo di piazza Plebiscito «un eccesso di potere». Questa una delle motivazioni per cui il Tribunale ha accolto il ricorso presentato del Comune di Napoli. Nella sentenza, i giudici hanno stabilito che la Soprintendenza dovrà «rieditare il suo potere dando il massimo risalto alle istanze dell’amministrazione comunale» avendo di mira – si legge – «la conservazione e soprattutto la valorizzazione anche nella forma della fruizione diretta».

L’annullamento delle disposizioni contenute nel decreto della Soprintendenza colpisce solo la parte del provvedimento relativo ai due aspetti contestati dall’amministrazione comunale: l’utilizzo dello spazio antistante l’emiciclo della chiesa di San Francesco da Paola e quello necessario per le manifestazioni.

Dal Tar, dunque, arriva il via libera al posizionamento di tavoli e sedie all’esterno del colonnato della chiesa e all’ampliamento delle superfici da destinare alla realizzazione di manifestazioni contro cui la Soprintendenza si era opposta perchè l’allestimento di strutture anche temporanee avrebbe potuto impattare con il decoro della piazza e non avrebbe permesso la «lettura prospettica degli scorci più interessanti e storicamente riconoscibili del sito».

tratto da: ilmattino.it

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like