Video Hard

Nocera, ricatto all’amante del marito «Paga o il vostro film hard su Facebook»

on ott 18, 13 • by • with Commenti disabilitati su Nocera, ricatto all’amante del marito «Paga o il vostro film hard su Facebook»

Nocera Inferiore. Un triangolo amoroso, ma anche un sistema per fare soldi. Marito e moglie estorcono denaro all’amante di lui, avvenente donna di 44 anni, anche lei sposata, minacciando di rendere noto il contenuto «hard» di un filmetto che dicevano di aver registrato in uno degli incontri extraconiugali. Un dvd...
Pin It

Home » Cronaca, Cronaca Locale, News, Testata » Nocera, ricatto all’amante del marito «Paga o il vostro film hard su Facebook»

Nocera Inferiore. Un triangolo amoroso, ma anche un sistema per fare soldi. Marito e moglie estorcono denaro all’amante di lui, avvenente donna di 44 anni, anche lei sposata, minacciando di rendere noto il contenuto «hard» di un filmetto che dicevano di aver registrato in uno degli incontri extraconiugali.

Un dvd che non era stato mostrato, ma il cui richiamo ha rappresentato, per settimane, lo spettro di uno scandalo che la donna, moglie e madre, era intenzionata, a tutti i costi, ad evitare.
I carabinieri di Nocera hanno denunciato a piede libero il marito – amante, di 37 anni, arrestando, invece, la moglie , 32 anni, che materialmente aveva tartassato «l’altra» con pressanti richieste di natura economiche, accompagnate dalla minaccia di svergognarla con la pubblicazione del filmato su facebook.

All’inizio la donna chiedeva solo soldi in contanti. Piccole somme che lievitavano di giorno in giorno, fino ad arrivare a 700 euro. Alla vittima, successivamente, sono state avanzate anche richieste diverse: costosi orologi, in versione uomo e donna, e altri oggetti di uso personali. La sventurata, pur intimorita, ha infine deciso di sottrarsi dalla morsa dell’intimidazione. Così, dopo che la moglie del suo amante l’ha chiamata per darle appuntamento per l’incasso, lei ha telefonato ai carabinieri, che si sono preparati a cogliere il «ragno» sulla stessa tela da lui preparata.

I militari si sono presentati al luogo dell’appuntamento in abiti civili, aspettando l’arrivo della ricattatrice. Alla consegna del denaro la sorpresa: non c’era solo la moglie tradita, pronta ad intascare il provento del ricatto, ma anche il marito traditore. La vittima, orgogliosa fino a quel momento di essere riuscita ad ammaliare un uomo più giovane, è rimasta ferita nella dignità forse più che nel portafogli. Ieri mattina, al tribunale di Nocera l’udienza di convalida dell’arresto della 32enne: i suoi stessi avvocati hanno presentato istanza di «giudizio immediato», puntando alla pena minima di due anni e quattro mesi.

fonte: ilmattino.it

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like