benevento

Picchiato per una spinta grave giovane di 17 anni

on nov 11, 13 • by • with Commenti disabilitati su Picchiato per una spinta grave giovane di 17 anni

Benevento. Un giovane di diciassette anni aggredito e pestato da alcuni coetanei, è finito in ospedale dove è rimasto ricoverato perché sono necessari ulteriori accertamenti avendo riportato lesioni alla retina. L’episodio è avvenuto nella notte tra sabato e domenica durante la movida. Secondo una prima...
Pin It

Home » Cronaca, Cronaca Locale, Testata » Picchiato per una spinta grave giovane di 17 anni

Benevento. Un giovane di diciassette anni aggredito e pestato da alcuni coetanei, è finito in ospedale dove è rimasto ricoverato perché sono necessari ulteriori accertamenti avendo riportato lesioni alla retina.

L’episodio è avvenuto nella notte tra sabato e domenica durante la movida. Secondo una prima ricostruzione il giovane M.Z.17 anni beneventano sabato sera intorno alle 20,30 ha lasciato casa in compagnia di alcuni amici suoi coetanei, con i quali è solito trascorrere la serata. Verso le 2,30 il ritorno a casa per il giovanissimo pestato e sanguinante accompagnato da un amico. Ad un fratello l’accompagnatore ha raccontato che poco prima il diciassettenne era stato aggredito da alcuni giovani, mentre si trovavano a vico Noce nei pressi dell’Hortus conclusus. Motivo della lite, secondo questa prima versione resa dal giovane: M.Z. aveva urtato uno dei ragazzi che sostava nella piazza. Un evento che però ha provocato il parapiglia con il pestaggio del giovanissimo.

Una versione tutta da ricostruire nel momento in cui saranno identificati gli altri partecipanti alla lite. Il ferito è stato quindi portato dai familiari al pronto soccorso dell’ospedale Rummo, dove i sanitari gli hanno prestato le prime cure. La prognosi al momento è di 10 giorni. Sempre i familiari del minore ferito con una telefonata al 113 hanno fatto scattare i primi accertamenti. Sono quindi ieri mattina intervenuti gli agenti della Squadra Mobile che hanno eseguito una serie di interrogatori. Sono stati ascoltati i familiari del giovane ferito e l’amico che lo ha accompagnato a casa. Mentre la vittima ancora sotto choc ha detto ben poco sull’accaduto. Un’ identificazione degli aggressori non semplice anche se nelle prossime ore si farà ricorso senza dubbio alla telecamere che sono in zona per verificare se hanno ripreso le varie fasi dell’aggressione.

fonte: ilmattino.it

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like