Roghi tossici pattuglie anti-piromani ecco il progetto «Sicurezza integrata»

on nov 2, 12 • by • with Commenti disabilitati su Roghi tossici pattuglie anti-piromani ecco il progetto «Sicurezza integrata»

CASERTA – Si chiama «Progetto di sicurezza integrata» e costituisce la «fase 2» dell’attuazione del modello Caserta. In sostanza prevede un maggiore coinvolgimento dei sindaci e delle polizie locali, coordinati con prefettura, magistratura e forze dell’ordine, per la sicurezza urbana e per la lotta ai...
Pin It

Home » Cronaca, Cronaca Locale » Roghi tossici pattuglie anti-piromani ecco il progetto «Sicurezza integrata»

CASERTA – Si chiama «Progetto di sicurezza integrata» e costituisce la «fase 2» dell’attuazione del modello Caserta.
In sostanza prevede un maggiore coinvolgimento dei sindaci e delle polizie locali, coordinati con prefettura, magistratura e forze dell’ordine, per la sicurezza urbana e per la lotta ai roghi tossici.
L’altra mattina, nel corso di una riunione in prefettura a Caserta, è stato raccolto in particolare il grido dall’allarme proveniente dalla «terra dei fuochi» lanciato dal vescovo di Aversa, Spinillo, e dai sindaci dell’agro aversano.
«Il progetto – spiegano dalla prefettura – ha visto per ora la partecipazione dei sindaci dei 19 Comuni dell’agro aversano e coinvolgerà, con successive riunioni per aree omogenee della provincia, tutti i Comuni. Si propone di pervenire a veri e propri patti locali di legalità, che responsabilizzino e diano spazio ad un’azione integrata e partecipata dei diversi livelli di governo del territorio, aperta al contributo del mondo dell’economia e della società civile, nella convinzione che sia questa la condizione indispensabile per favorire prospettive durature di sviluppo legale del territorio».
È stato deciso infatti di intensificare gli scambi informativi tra i sindaci, il prefetto e le forze di polizia, in sede di comitato per l’ordine pubblico e in sede locale; di attuare un’analisi, costantemente aggiornata, del territorio, attraverso l’avvio di un monitoraggio dei fattori di rischio per la sicurezza urbana realizzato con la collaborazione dei sindaci; di potenziare i sistemi di videosorveglianza; migliorare le politiche sociali; accrescere la collaborazione in materia di sicurezza stradale, prevenzione ambientale (discariche abusive e roghi tossici), protezione civile, difesa civile e soccorso pubblico.
In particolare in merito ai roghi tossici il prefetto di Caserta, Carmela Pagano, ha confermato l’impiego anche delle forze di polizia e dell’esercito per il pattugliamento teso all’individuazione dei piromani. A questo si aggiungerà un controllo, con la polizia locale e provinciale sulle filiere sensibili (cantieri edili, officine gommisti, rivenditori di elettrodomestici, ospedali, comunità varie), applicando, con il massimo rigore, le sanzioni previste per la repressione di abusi nello smaltimento di rifiuti.

Il prefetto ha assicurato inoltre di voler favorire la predisposizione di servizi intercomunali di vigilanza urbana anche attraverso le associazioni di volontariato. A tal proposito verrà sollecitato un rapido completamento del progetto di videosorveglianza sull’Asse mediano, «infrastruttura viaria interessata da vari traffici illeciti». Inoltre il «Protocollo di salvaguardia ambientale», adottato su proposta del Procuratore della Repubblica di Santa Maria C. V., fino ad ora applicato al monitoraggio delle acque, verrà esteso anche ai roghi e alle discariche abusive.
Resta, in ogni caso, il nodo della bonifica e dello smaltimento dei rifiuti tossici individuati sul territorio. Per questo la Prefettura chiederà alla «Regione soluzioni organizzative per la rapida caratterizzazione dei rifiuti abbandonati, con particolare riferimento all’amianto, intervenendo anche sulla procedura di bonifica e smaltimento, e di organizzazione di programmi formativi per i vigili urbani, che potrebbero essere svolti presso il centro di Formazione Nazionale del Corpo Forestale dello Stato di Castel Volturno».

ilmattino.it

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like