SCAMPIA: SQUADRA MOBILE ARRESTA FRATELLI RAIA. ERANO LATITANTI

on ott 4, 12 • by • with Commenti disabilitati su SCAMPIA: SQUADRA MOBILE ARRESTA FRATELLI RAIA. ERANO LATITANTI

Quando hanno capito di essere stati circondanti hanno tentato un estremo tentativo di fuga lanciandosi dal balcone. Ma gli agenti della Sezione Omicidi della Squadra Mobile li hanno catturati ponendo fine alla latitanza dei fratelli Raia cominciata lo scorso mese di luglio. L’arresto è avvenuto alle prime luci...
Pin It

Home » Cronaca, Cronaca Locale » SCAMPIA: SQUADRA MOBILE ARRESTA FRATELLI RAIA. ERANO LATITANTI

Quando hanno capito di essere stati circondanti hanno tentato un estremo tentativo di fuga lanciandosi dal balcone. Ma gli agenti della Sezione Omicidi della Squadra Mobile li hanno catturati ponendo fine alla latitanza dei fratelli Raia cominciata lo scorso mese di luglio.
L’arresto è avvenuto alle prime luci dell’alba nel quartiere Scampia, dove, dalle indagini condotte dagli agenti della Squadra Mobile, era emerso che Patrizio ed Antonio Raia, rispettivamente di 31 e 42 anni, avevano trovato rifugio in un appartamento.
Stamattina, quando è scattato il blitz, gli agenti hanno circondato il lotto T/B di via Fratelli Cervi. Patrizio e Antonio Raia, quando si sono visti braccati dalla Polizia, hanno tentato una fuga attraverso il balcone dell’appartamento. Dal quarto piano hanno infatti raggiunto un balcone del secondo piano, passando su una tettoia situata al terzo piano. Ma gli agenti non li hanno mai persi di vista arrestandoli.
I fratelli Raia erano entrambi latitanti dal 6 luglio: Patrizio era evaso da una comunità presso cui si trovava agli arresti domiciliari mentre Antonio era detenuto in regime di semilibertà per scontare una condanna a 6 mesi. Ma anch’egli aveva deciso di non rientrare in carcere rendendosi irreperibile fino a questa mattina.
Patrizio e Antonio Raia registrano precedenti penali per violazioni della normativa sulle sostanze stupefacenti e sono ritenuti appartenenti ad un clan della zona.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like