Un sosia di Pasquale era il vero bersaglio dei killer

on ott 19, 12 • by • with Commenti disabilitati su Un sosia di Pasquale era il vero bersaglio dei killer

NAPOLI – Sarebbe stato un pregiudicato per droga, che somigliava in modo impressionante a Pasquale Romano, il vero obiettivo dei killer che lunedì sera in piazza Marianella a Napoli hanno ucciso per errore con 14 colpi di pistola il giovane 30enne incensurato. È una ipotesi avanzata nelle ultime ore di...
Pin It

Home » Cronaca, Cronaca Locale » Un sosia di Pasquale era il vero bersaglio dei killer

NAPOLI – Sarebbe stato un pregiudicato per droga, che somigliava in modo impressionante a Pasquale Romano, il vero obiettivo dei killer che lunedì sera in piazza Marianella a Napoli hanno ucciso per errore con 14 colpi di pistola il giovane 30enne incensurato. È una ipotesi avanzata nelle ultime ore di carabinieri del Nucleo investigativo di Napoli nell’ambito dell’inchiesta condotta dai pm della Dda Sergio Amato e Enrica Parascandolo. L’attenzione degli inquirenti è concentrata sulla figura di un pregiudicato che abita nel palazzo della fidanzata di Romano da dove il giovane si era da poco allontanato per rientrare a casa a Cardito (Napoli) a bordo della sua auto. Ieri sera, intanto, a una fiaccolata anti camorra nel quartiere, finestre e balconi sbarrati per paura dei clan. Trovato dai carabinieri un arsenale di sette pistole e oltre 250 cartucce dietro l’altare nella chiesa Maria SS. degli Angeli di Miano, al confine con Scampia.

ilmattino.it

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like