Christian contro Dorian: 50 sfumature e un ritratto.

on set 11, 12 • by • with 3 Comments

Uno vuole la E, l’altro preferisce la A: fatto sta che questi baldi giovani di carta e inchiostro sono il Grey e il Gray più famosi della letteratura. Pregi e difetti? Chi merita il podio? Passiamo al vaglio tutte le prove… e a me l’ardua sentenza. (Something new) 50 Sfumature di grigio (E.L. James) –...
Pin It

Home » Cultura » Christian contro Dorian: 50 sfumature e un ritratto.

Uno vuole la E, l’altro preferisce la A: fatto sta che questi baldi giovani di carta e inchiostro sono il Grey e il Gray più famosi della letteratura. Pregi e difetti? Chi merita il podio? Passiamo al vaglio tutte le prove… e a me l’ardua sentenza.

(Something new)
50 Sfumature di grigio (E.L. James) – Tutto in questo romanzetto di metà agosto (primo di una trilogia) inneggia al cliché, a partire dai protagonisti: lei vergine, lui Rocco Siffredi dell’alta finanza americana. Anastasia vuole l’amore romantico, Christian vuole procurarle piacere e dolore con manette e frustini. Chissà come andrà a finire, ci sono tutte le premesse per i colpi di scena da cinepanettone in versione hard. Il sesso è tanto (troppo) descritto con una sintassi semplice e talvolta fastidiosa, con chiacchiericcio pre-coito (giusto per citare mommy porn, l’autrice) inutilmente melenso e sfacciatamente scontato (della serie: sei bellissima, mi piace guardarti nuda; aspettami, non venire; okay, vieni. E la sua dea interiore lo sta pure a sentire); gli orgasmi sono anch’essi tanti (anch’essi troppi!), quasi robotici, spesso a comando e, di sicuro, più di quanti una donna nella media ne provi nel corso della sua intera vita.

La citazione: È abbastanza vicino da poterlo toccare, da sentire il suo odore. Oh… sudore, bagnoschiuma e Christian. È un cocktail che dà alla testa, infinitamente meglio di un margaritaIl sudore. Succulento. T_T” (perdonate l’emoticon, rende l’idea)

Morale della favola: Christian Grey ha le dita lunghissime e più aggeggi dell’ispettore Gadget. E, se il tuo diminutivo (Ana) ricorda tanto una pratica sessuale… tesoro mio, fattene una ragione.

Voto: 6- in estate, 5 in inverno. Media: 5+.

Consigliato a: tutte le donne (insoddisfatte e non) che non hanno il coraggio di andare su YouPorn e che non sanno mettere del pepe nella loro relazione.

* * *

(Something old)
Il ritratto di Dorian Gray (Oscar Wilde) – Anche quella di Dorian potrebbe sembrare una storia stereotipata, quella del ragazzo etereo, bellissimo e innocente che si tuffa nel torbido oceano del peccato senza riuscire più ad uscirne. Ma Il ritratto di Dorian Gray è ben altro: è la sfilza di massime filosofiche di Lord Wotton, l’usciere tentatore che apre al protagonista la porta per l’Inferno; è il dipinto del pittore Basil Hallward; è un involontario patto col diavolo, è la corruzione dell’anima e la corrosione della tela, è il sangue versato, è il piacere ambiguo, è l’oscurità che ogni intelligenza brama, il fuoco che pochi impavidi attraversano. Niente, nel romanzo di Wilde, è lasciato al caso: accurate e barocche sono le descrizioni dei tappeti, dei ninnoli e delle opere d’arte, profondi e pieni di spessore sono invece i personaggi.

La citazione: “Il corpo pecca, ma una volta che ha peccato ha superato la sua colpa perché l’azione è una forma di purificazione: nulla più rimane se non il ricordo di un piacere o la voluttà di un rimpianto. L’unico modo per liberarsi di una tentazione è di abbandonarvisi: resistete, e la vostra anima si ammalerà di nostalgia per le cose che si è vietata.” – Ditemi, signori della giuria, se solo ne avete il coraggio, che questa non è pura poesia.

Morale della favola: Dorian Gray è affascinante, incompreso, tormentato, pieno di voglie e di ferite, di intenzioni e di paure. È l’eroe che cade e che non si rialza, l’eroe sbagliato, quello in cui immedesimarsi.

Voto: 8.5, ma l’originale in lingua inglese avrebbe almeno mezzo punto in più.

Consigliato a: chiunque, meglio ancora se giovane, perché tutti hanno bisogno di un mentore come Lord Wotton e di un cattivo esempio come Dorian per imparare a vivere.

* Rullo di tamburi *

Il verdetto: Dorian batte Christian, ma magari ve l’aspettavate. Più che 50 Sfumature di grigio potrei elencarvi i 50 motivi per non leggerlo. Ma quel ritratto… quel ritratto ha pennellate perfette, luci e ombre deliziose, scrittura divina, musicalità sopraffina. Leggetelo in lingua originale, please. 

Related Posts

3 Responses to Christian contro Dorian: 50 sfumature e un ritratto.

  1. Sono contenta che tu preferisca Gray a Grey. Meno male, ragazza mia: c’è speranza per questa gioventù.
    E comunque sei un po’ di parte, suvvia.
    <3

  2. Lunga vita alla tua professoressa, Anna! Un giorno riuscirò a farti leggere qualcosa in lingua originale e, fidati, mi darai ragione! :3

  3. Hai ragione: forse sono stata un po’ benevola da un lato e un po’ severa dall’altro in merito alle valutazioni. Sarò una professoressa piuttosto singolare, un giorno.
    Hai doppiamente ragione: Il ritratto di Dorian Gray trascina come pochi.
    Hai ragione al quadrato: le fan fiction erotiche sono scritte meglio e, talvolta, hanno addirittura un appeal maggiore e per niente commerciale, come invece risulta la banalità di 50 Shades.

    Grazie mille per i complimenti! :)

Scroll to top

Support us!

Facebook_like