bossi

A volte ritornano (senza scuorn)

on nov 1, 13 • by • with Commenti disabilitati su A volte ritornano (senza scuorn)

Il presunto ritorno in campo di Umberto Bossi, che pare intenzionato a riprendersi la Segreteria del Carroccio, ha destato reazioni gioiose tra i militanti della prima ora. Come se non bastasse “il personaggio” Bossi sembra godere di un’inspiegabile impunità mediatica. E’ bene rinfrescare la...
Pin It

Home » Generale » A volte ritornano (senza scuorn)

bossi

Il presunto ritorno in campo di Umberto Bossi, che pare intenzionato a riprendersi la Segreteria del Carroccio, ha destato reazioni gioiose tra i militanti della prima ora. Come se non bastasse “il personaggio” Bossi sembra godere di un’inspiegabile impunità mediatica. E’ bene rinfrescare la memoria dei più distratti con quale stralcio dell’ottimo “L’Illusionista” del trio Corrias-Pezzini-Travaglio. Fiumi di denaro, milioni di euro, provenienti dai “rimborsi elettorali” sono stati magicamente prelevati dal bilancio della Lega e destinati allo shopping sfrenato della famiglia Bossi (Gomblotto!):

“Spulciando nei libri contabili del Carroccio gli investigatori scopriranno che il partito ha pagato al Senatur (Umberto Bossi) 24000 euro in abbigliamento: vestiti, mutande, calzini scarpe, un pigiama e persino alcuni esemplari della mitica canotta che l’ha reso celebre nell’iconografia politica. Senza dimenticare 627 euro per l’abbonamento a Sky di casa Bossi a Gemonio. Per due dei figli, Renzo e Riccardo, invece salta fuori pure una paghetta mensile di 5000 euro, sempre dai “rimborsi elettorali”. Persino lo stipendio del giardiniere di Gemonio era a carico del partito.  E così pure i viaggi festaioli del Trota a Bratislava e gli alimenti all’ex moglie di Riccardo. E un soggiorno ad Alassio di Bossi, nel 2001. I carabinieri che fanno rapporto alle varie procure calcolano che fra il 2009 e il 2011 almeno 3 milioni e 800000 euro (più di un milione all’anno) siano usciti dalle casse della Lega per spese assolutamente estranee all’attività politica del partito…”

“In un’altra telefonata, l’elenco della spesa si allunga: “L’ultima macchina del Principe (sempre Renzo), 50000 euro”, “i costi liquidi dei ragazzi di Renzo” (uomini di scorta, e autisti, undici in tutto), che  Belsito quantifica in “151000 euro” solo per il 2011, corretto però dalla Dagrada: “No, un momento, 251000 euro sono i ragazzi, ma sono fuori gli alberghi, che non ti riesco a scindere quando girano con lui, mi entrano nel cumulo e riprendere tutte le fatture è impossibile”. Belsito chiosa: “Renzo ha frequentazioni da far impallidire Cosentino”. Senza contare che il ragazzo è solito scorazzare per la pianura, di notte, a gran velocità sulle auto pagate dalla Lega, munito di paletta delle forze dell’ordine e lampeggiante acceso… La villetta di Gemonio (dei Bossi) trasformata negli anni con parcheggio e ascensore…”

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like