Di maio (dubito)

Di Maio (Mv5s): “Domani nostra mozione sfiducia Cancellieri. Pd si accoda all’ultimo”

on nov 19, 13 • by • with Commenti disabilitati su Di Maio (Mv5s): “Domani nostra mozione sfiducia Cancellieri. Pd si accoda all’ultimo”

Luigi Di Maio, Vicepresidente campano della Camera del Movimento 5 Stelle, ha così postato sul suo profilo Facebook: “Domani dalle 10:30 si discute la nostra mozione di sfiducia Colletti ed altri, al ministro della giustizia Cancellieri. Un ministro che ha un inquietante rapporto con la famiglia Ligresti...
Pin It

Home » Generale » Di Maio (Mv5s): “Domani nostra mozione sfiducia Cancellieri. Pd si accoda all’ultimo”

Di maio (dubito)Luigi Di Maio, Vicepresidente campano della Camera del Movimento 5 Stelle, ha così postato sul suo profilo Facebook:

“Domani dalle 10:30 si discute la nostra mozione di sfiducia Colletti ed altri, al ministro della giustizia Cancellieri. Un ministro che ha un inquietante rapporto con la famiglia Ligresti (famiglia tutta arrestata eccetto uno che è latitante), in ragione del quale ha chiesto la scarcerazione di Giulia Ligresti per motivi di salute (la Ligresti era a fare shopping in centro pochi giorni dopo…sicuramente per motivi di salute!).
A seguito di questo episodio il Movimento 5 Stelle (17 giorni fa) ha presentato una mozione di sfiducia al Ministro. Pd e Pdl dissero che era superflua, bastava che la Cancellieri venisse a chiarire in aula. 

La Cancellieri chiarì. Raccontando che le telefonate non erano state determinanti per la scarcerazione, precisando che non c’erano state altre corrispondenze con i Ligresti. 
Poi la Cancellieri si opera al braccio, passa una settimana e escono fuori altre telefonate, diventano nove. In alcune la Cancellieri continua a ribadire che è “a disposizione” dei Ligresti. 

A questo punto il PD vacilla, Renzi dice che si deve dimettere prima di domani (quando si vota la mozione), Civati dice che presenterà una sua mozione di sfiducia (perchè quella del Movimento 5 Stelle non si può votare, in quanto del Movimento 5 Stelle…solite assurdità piddine). 

Peccato che ormai mancano 12 ore alla votazione. Il ministro non si è dimesso e il PD persevera nella sua ipocrita concezione delle decisioni politiche: dico una cosa ma ne faccio un’altra. 

Domani ci vediamo alla prova dei voti. Io voglio una Repubblica fondata sui diritti e non sulle telefonate! Stay Tuned.”

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like