ALLA MASSERIA OLTRE MILLE PERSONE PER I MADE IN SUD

on mar 19, 13 • by • with Commenti disabilitati su ALLA MASSERIA OLTRE MILLE PERSONE PER I MADE IN SUD

CARDITO – Oltre un migliaio di persone hanno affollato la galleria del centro commerciale “La Masseria” per assistere allo spettacolo comico de “I Made in Sud”, il noto gruppo cabarettistico napoletano, che anima l’omonimo programma in onda su una rete televisiva nazionale. Sul palco, presentati da Peppe...
Pin It

Home » Generale, News » ALLA MASSERIA OLTRE MILLE PERSONE PER I MADE IN SUD

CARDITO – Oltre un migliaio di persone hanno affollato la galleria del centro commerciale “La Masseria” per assistere allo spettacolo comico de “I Made in Sud”, il noto gruppo cabarettistico napoletano, che anima l’omonimo programma in onda su una rete televisiva nazionale.

Sul palco, presentati da Peppe Cannavacciuolo, si sono alternati Pasquale Palma, alias Vivo D’Angelo ela Doppia Coppia, ovvero Francesco Cicchella (nome d’arte Michael Bublè) e Vincenzo De Honestis, i quali per circa due ore hanno intrattenuto il pubblico presente con il meglio del loro repertorio, esplosione di risate soprattutto quando c’è stata l’imitazione di noti cantanti e personaggi nazionali.

Al termine dell’esibizione è stata tagliata una mega torta, offerta a tutti i presenti per festeggiare il decimo compleanno del centro commerciale “La Masseria”, da “I Made in Sud” insieme ai proprietari della struttura, Giuseppe e Vincenzo Credendino.

Grande ressa alla fine dell’evento, gli spettatori hanno invaso letteralmente il palco alla ricerca di foto ed autografi dei loro beniamini, che non si sono sottratti all’assalto dei fans. Difatti, molti spettatori erano giunti nella galleria commerciale con telefonini di ultima generazione e macchine fotografiche digitali per riprendere dal vivo le gag, le imitazioni e le battute dei loro artisti preferiti.

Ai giornalisti presenti Michael Bublè ha trasmesso un messaggio per i tanti giovani accorsi alla manifestazione. “Bisogna avere una buona preparazione culturale per fare la comicità, d’altronde la comicità è cultura, quindi è necessario studiare sia in campo artistico che scolastico. Consiglio alle giovani generazioni di impegnarsi negli studi, al di là delle passioni che possono essere coltivate contemporaneamente”.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like