berl

Il moderato Berlusconi: “Se mi arrestano sarà rivoluzione”

on dic 12, 13 • by • with Commenti disabilitati su Il moderato Berlusconi: “Se mi arrestano sarà rivoluzione”

Silvio Berlusconi torna alla carica in un’intervista alla radio francese Europe 1. Ha assicurato: “Mi possono mandare in carcere quando vogliono. Sono sicuro che non lo faranno perchè se lo fanno ci sarà una rivoluzione in Italia. Poi: “Non si può mandare in carcere qualcuno che fa campagna...
Pin It

Home » News » Il moderato Berlusconi: “Se mi arrestano sarà rivoluzione”

berlSilvio Berlusconi torna alla carica in un’intervista alla radio francese Europe 1. Ha assicurato: Mi possono mandare in carcere quando vogliono. Sono sicuro che non lo faranno perchè se lo fanno ci sarà una rivoluzione in Italia. Poi: “Non si può mandare in carcere qualcuno che fa campagna elettorale contro una maggioranza che ha usato il suo braccio giudiziario per cercare di eliminare il suo oppositore dalla scena politica. Non ho più il passaporto, sono in situazione di debolezza personale. Il mio telefono può essere intercettato. Mi impediscono di uscire dal Paese”.

Sul caso “bunga bunga”: “E’ una cosa montata dalla giustizia, per condannarmi hanno bisogno di dire queste cose. Le serate erano assolutamente normali, non ho mai visto un gesto non dico di sesso ma soltanto non elegante, in casa mia. Ma per i giudici, se qualcuno dice qualcosa contro me è sincero, se parla a mia discolpa si tratta di falso”

Sulla possibilità di nuove elezioni: “Sono in campagna elettorale: stiamo cercando di convincere quei 24 milioni di italiani che non hanno ancora deciso di votare per la sinistra. Il partito Comunista, dal 1992, voleva avere la possibilità di prendere il potere definitivamente. Ho avuto la possibilità di non renderlo possibile. Il governo non è più eletto dal popolo, il 24 maggio è il giorno in cui si voterà per l’Europa, chiediamo di avere la possibilità di avere lo stesso giorno elezioni per l’Italia. Non c’è stato un solo colpo di Stato (riferendosi alla decadenza da senatore, ndr) ma quattro. Il colpo di Stato c’è ogni volta che un Paese non può essere governato dagli uomini eletti dal popolo”

Su Angela Merkel: “Fa i suoi interessi, questa Europa ha voluto una politica che crea depressione e non sviluppo”

Su Nicolas Sarkozy: “Qual è la prossima domanda?”

Su Vladimir Putin: “E’ stato a cena da me due giorni prima del voto sulla decadenza al Senato. Lo conosco dal 2001, siamo molto amici e siamo rimasti ottimi amici

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like