manifestogondola-1

Mattia fiore, Storie di colore

on set 18, 15 • by • with Commenti disabilitati su Mattia fiore, Storie di colore

Tonalità cromatiche intense, estrema sensibilità, amore verso la propria terra, la natura, la vita e l’arte. Tutto questo è Mattia Fiore. La sua pittura rifiuta la forma figurativa e dà importanza al gesto spontaneo. L’intento di Fiore è quello di rappresentare il mondo dell’inconscio attraverso...
Pin It

Home » Eventi, News » Mattia fiore, Storie di colore

Tonalità cromatiche intense, estrema sensibilità, amore verso la propria terra, la natura, la vita e l’arte. Tutto questo è Mattia Fiore.
La sua pittura rifiuta la forma figurativa e dà importanza al gesto spontaneo. L’intento di Fiore è quello di rappresentare il mondo dell’inconscio attraverso vivezza coloristica e forza espressiva del colore che raccontano un’autentica «gioia di vivere».

Nel contesto della 56. Biennale d’arte di Venezia, Mattia Fiore crea un’installazione site-specific delle sue tele morbide negli spazi espositivi Arsenale Docks. L’artista presenta una selezione di opere pittoriche realizzate su sacchi di juta e pregiati teli di lino proveniente da corredi nuziali di metà dell’Ottocento, elementi di uso comune che si prestano da supporto per accogliere il gesto pittorico di Fiore: astratto, vibrante, al di là della rappresentazione, che prevede l’intero coinvolgimento corporeo, capace di trasformare ogni tela in una narrazione basata, appunto, sul colore.

Le opere sono state esposte in precedenza nel contesto di un progetto espositivo dal titolo “Panni Stesi”, che ha trasformato alcuni angoli dell’elegante città Salisburgo nei caratteristici vicoli di Napoli, città che insieme a Venezia rimane tra le poche a conservare la tradizione dello stendere i panni ad asciugare al sole. Ispirandosi nuovamente all’immaginario comune della cultura mediterranea – da cui proviene l’artista – “Storie di colore” si presenta al pubblico con un allestimento diffuso che “abbraccia” il visitatore all’interno degli spazi dell’ex cantiere navale, sposandosi perfettamente con il carattere avvolgente della sua pittura.

MATTIA FIORE è un artista italiano la cui ricerca si esprime attraverso una pittura gestuale, astratta e lirica su supporti di diverse tipologie tra cui elementi di uso comune. E’ membro dell’Accademia Internazionale d’Arte Moderna di Roma, dove ha conseguito il Primo Premio Henry Moore, oltre al 2° Premio Internazionale di Pittura “Medusa Aures” organizzato dall’Accademia di Romania a Roma. E’ Cavaliere accademico dall’Accademia Internazionale “Greci-Marino” del Verbano, ed è insignito di Medaglia d’Oro al merito artistico culturale.

Ha esposto in mostre personali e collettive presso numerose istituzioni e sedi espositive internazionali, tra cui: Queen Gallery 4th Avenue di New York, Galleria “Le Carre D’Or” di Parigi, Harrow Art Center di Londra, Galleria “Pinna” di Berlino, Galleria Zelezna di Praga, Palazzo della Stampa di S. Pietroburgo, Galleria “La Giostra del Torchio” di Milano, Galleria “Centro Arte” di Bologna, Biennale Internazionale di Arte Contemporanea di Firenze; Palazzo Venezia, Sale del Bramante e Palazzo Barberini a Roma; Castel dell’Ovo, Castel Nuovo, Maschio Angioino a Napoli; Palazzo Reale di Caserta.

Le sue opere sono esposte in modo permanente presso musei, istituzioni religiose e sedi aziendali di prestigio: Museo di Morcone, Benevento e Museo d’Arte Moderna di Capua; Duomo di Casertavecchia, Convento della Basilica di S. Francesco di Assisi, Catacombe di S. Gennaro e Castel dell’Ovo di Napoli; Sede Unilever Italia a Roma e principali Magnum Pleasure Stores d’Italia.

Arsenale Docks
San Pietro di Castello, 40
Venezia

22 – 27 settembre 2015
Orario: 10-18, chiuso il lunedì

Vernissage: martedì 22 settembre, ore 12.00
Ingresso gratuito

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like