canile

CAIVANO. ANNULLATA LA GARA PER IL CANILE MUNICIPALE

on dic 4, 14 • by • with Commenti disabilitati su CAIVANO. ANNULLATA LA GARA PER IL CANILE MUNICIPALE

(ARTICOLO DI GIUSEPPE BIANCO) Caivano – Canile Municipale, annullato il bando di gara. Con atto dirigenziale e su proposta del Prefetto Antonio Contarino, è stato annullato in autotutela il bando di gara per la progettazione e costruzione, nonché della gestione funzionale, di un canile municipale previa...
Pin It

Home » News, Notizie flash, Testata » CAIVANO. ANNULLATA LA GARA PER IL CANILE MUNICIPALE

(ARTICOLO DI GIUSEPPE BIANCO) Caivano – Canile Municipale, annullato il bando di gara. Con atto dirigenziale e su proposta del Prefetto Antonio Contarino, è stato annullato in autotutela il bando di gara per la progettazione e costruzione, nonché della gestione funzionale, di un canile municipale previa concessione del diritto di superficie. Premesso che con Deliberazione di G.M del luglio 2013 fu manifestata la volontà da parte dell’ex Amministrazione Comunale di realizzare un canile municipale con finanza privata e pertanto veniva approvato atto di indirizzo finalizzato all’espletamento della procedura di project financing per la realizzazione di un canile comunale, disponendo preliminarmente la redazione di uno studio di fattibilità e progetto preliminare, propedeutico alla formulazione di un documento di gara. Con ulteriore delibera, demandò al Responsabile del Settore LL.PP. la predisposizione di tutti gli atti occorrenti per la formulazione di un documento di gara, bando e disciplinare, per l’affidamento in concessione della progettazione (definitiva ed esecutiva), costruzione e gestione funzionale ed economica di un canile municipale, previa concessione in diritto di superficie dell’area oggetto dell’intervento secondo quanto previsto dagli articoli dello specifico Decreto Legislativo. Con Determinazione Dirigenziale del giugno scorso invece, furono approvati gli atti di gara per l’affidamento in concessione sulla base del progetto preliminare approvato con la deliberazione criminis. Ma ecco il colpo di scena. Il Segretario Generale, nell’ambito delle attività di controllo amministrativo e di Anticorruzione, ha comunicato con apposita nota al protocollo generale dell’Ente, “ che per mero errore è stato applicato l’art.122 comma 6 lettera a), mentre per il caso di specie ricorrono i presupposti di cui all’art.122 comma 6 lettera e), che recita :….. il termine per la ricezione delle offerte, trattandosi di una procedura di gara avente ad oggetto anche la progettazione definitiva ed esecutiva, non può essere inferiore a sessanta giorni dalla data di pubblicazione del bando di gara”.Quindi, dopo aver effettuato le dovute valutazioni in merito a quanto segnalato dal Segretario Generale; e Preso atto della mancata applicazione dell’art. 122, in autotutela e visti i vizi procedurali, di annullare la procedura di gara e di tutti gli atti connessi. Mentre l’istanza di partecipazione pervenuta, rimarrà al momento sigillata e custodita agli atti del Settore Lavori Pubblici, fino alla sua restituzione, che avverrà con apposito verbale di consegna e che l’adozione del presente provvedimento sarà pubblicata mediante avviso sulla GURI, all’Albo Pretorio e sul sito internet dell’Ente. Di Procedere all’indizione di nuova procedura di gara con successivo ed autonomo provvedimento per l’affidamento. Prosegue senza sosta l’attività di controllo sugli atti amministrativi da parte del Prefetto Antonio Contarino, che nel giro di pochi mesi ha già annullato tre gare d’appalto per palesi ed evidenti vizi procedurali.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like