CAIVANO. Chatrin Ponticelli, la modella-pittrice: “Arte e moda fanno parte di me, non riuscirei a staccarmi da loro”.

on gen 17, 13 • by • with Commenti disabilitati su CAIVANO. Chatrin Ponticelli, la modella-pittrice: “Arte e moda fanno parte di me, non riuscirei a staccarmi da loro”.

(ARTICOLO DI FRANCESCO CELIENTO) – Chatrin Ponticelli è una ragazza di Caivano di appena 18 anni, che sta già iniziando a farsi notare, sia come pittrice, perchè l’arte è la sua passione naturale e frequenta il liceo artistico, sia come modella, visto che ha già partecipato ad alcune sfilate per la...
Pin It

Home » Curiosità, News, Notizie flash » CAIVANO. Chatrin Ponticelli, la modella-pittrice: “Arte e moda fanno parte di me, non riuscirei a staccarmi da loro”.

(ARTICOLO DI FRANCESCO CELIENTO) – Chatrin Ponticelli è una ragazza di Caivano di appena 18 anni, che sta già iniziando a farsi notare, sia come pittrice, perchè l’arte è la sua passione naturale e frequenta il liceo artistico, sia come modella, visto che ha già partecipato ad alcune sfilate per la Anthony Group e di Michele Trasparente. La incontriamo ad Afragola durante un evento, in cui ha esposto i suoi lavori.

Com’è nata la tua passione per l’arte?

Appena ho cominciato a frequentare il liceo artistico di Cardito. Ci sono andata per caso, inizialmente non era una passione quella dell’arte e della pittura, ma avendo un professore che ama molto l’arte, è riuscito a trasmettermela, così ho cominciato a ritrarre e a fare ritratti su commissione. Col tempo ho capito che la mia attitudine è la pittura figurativa, disegnare espressioni, perchè l’arte astratta non mi rappresenta. Poi questa passione è diventata un lavoro e non c’è nulla di meglio di poter praticare la propria passione per lavoro; sono contenta perchè cominciando a girare, fare fiere e mostre, ho visto che i miei lavori piacciono, le mie opere stanno girando e questo è quello che mi più mi gratifica.

Quanti quadri hai dipinto finora?

Sono tantissimi, non riuscirei nemmeno a contarli tra quelli che ho venduto e quelli che ho per me.

Tu partecipi a vari eventi: sei stata al centro commerciale Medì, poi all’evento Natal…Emozione di Afragola, come reagiscono le persone quando vedono i tuoi quadri?

Per prima cosa mi chiedono se sono in vendita, ho notato che i miei quadri colpiscono perchè hanno un’espressione; infatti la gente mi chiede spesso che cosa ho voluto rappresentare, che emozioni voglio trasmettere attraverso quei volti… Per me è molto emozionante anche perchè li vogliono acquistare subito.

Da qualche tempo ti vediamo anche in altre vesti: quelle di modella sulle passerelle della Anthony Group. Come mai da pittrice affermata quale sei, ti sei appassionata anche a questo mondo, completamente diverso?

Studiando e lavorando con l’arte, ho sempre subìto il fascino della moda, guardavo sfilate e ho avuto contatti con stilisti. In questo mondo ho conosciuto una mia amica, Angela Greco, che mi ha dato la possibilità di sfilare coi suoi abiti; da lì ho incontrato Anthony Palmieri, il quale mi ha proposto di frequentare il corso di portamento per acquisire le basi per poter affrontare la passerella. Credo che moda e arte viaggino di pari passo, mi capita spesso di raffigurare me stessa come modella. Una pittrice che sia anche modella è davvero un binomio perfetto e sono orgogliosa di esserlo. Per questo devo ringraziare la mia famiglia che mi ha sempre sostenuta e ha fatto in modo che i miei sogni nel cassetto si realizzassero e diventassero una vera professione.

Fra il diventare una grande pittrice o una grande modella, cosa scegli?

Non c’è paragone tra le due professioni, sono entrambe parti di me: la parte col pennello e quella che invece indossa un paio di tacchi sotto i riflettori. Non potrei rinunciare all’una o all’altra perchè significherebbe annullare le due anime di me che insieme formano quella che sono.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like