contarino

Caivano. Riscossione della T.A.R.I, ecco in che modo bisogna pagare…

on dic 5, 14 • by • with Commenti disabilitati su Caivano. Riscossione della T.A.R.I, ecco in che modo bisogna pagare…

Caivano – Nei prossimi giorni le famiglie di Caivano e le attività produttive della città, si vedranno recapitare la richiesta di pagamento della T.A.R.I. 2014. Si tratta della tassa rifiuti solidi urbani, che sostituisce Ia T.A.R.S.U. che è stata richiesta sino allo scorso anno ma che ha analogo fine, cioè...
Pin It

Home » News, Notizie flash, Politica, Politica Locale, Testata » Caivano. Riscossione della T.A.R.I, ecco in che modo bisogna pagare…

Caivano – Nei prossimi giorni le famiglie di Caivano e le attività produttive della città, si vedranno recapitare la richiesta di pagamento della T.A.R.I. 2014. Si tratta della tassa rifiuti solidi urbani, che sostituisce Ia T.A.R.S.U. che è stata richiesta sino allo scorso anno ma che ha analogo fine, cioè quello di raccogliere le risorse necessarie per dare integrate copertura finanziaria al costo del servizio di che trattasi, cosi come previsto dalla legge.
II plico che verrà recapitato contiene Ia bolletta di riferimento (calcolata in base al piano tariffario approvato con la deliberazione commissariale n. 53 del 23 settembre 2014) articolata in due rate, Ia prima con scadenza al prossimo 31 dicembre 2014 e Ia seconda con scadenza al 28 febbraio 2015.
La nuova tariffazione tiene conto, con riferimento alle utenze domestiche, sia della quantità dei rifiuti prodotti (in base ai metri quadrati), sia dei componenti il nucleo familiare di riferimento; per quanto riguarda, invece, le utenze non domestiche, il calcolo è legato alla categoria di appartenenza dell’utenza, secondo Ia tipologia dell’attività svolta e secondo la classificazione della legge di stabilità D. legge n. 147 del 27 dicembre 2013, articolo 1, commi dal 639 al 731.
Nel plico recapitato, gli utenti troveranno Ia novità riguardante la modalità di pagamento; la tassa si pagherà con il modello F24 già compilato; il pagamento dovrà avvenire esclusivamente presso gli istituti bancari o presso I’ufficio postale.
E’ fondamentale che tutti gli utenti collaborino, con rispetto delle scadenze, collaborazione che consentirà di mantenere gli impegni contrattuali con Ia ditta che svolge il servizio e di evitare disservizi che la mancanza di fondi da parte dell’Ente e conseguente ritardo nei pagamenti potrebbero comportare.
“Capisco che stiamo vivendo una crisi economica senza precedenti – ha asserito il vice Prefetto Contarino – che sta avendo con sempre maggiore frequenza risvolti di ordine sociale, ma net caso di specie stiamo parlando di introiti che riguardano un servizio troppo importante per il benessere di oggi e per quello di domani”.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like