La biblioteca storica del ‘700 del Seminario Arcivescovile di Nola ha ospitato la presentazione della 26^ edizione della rivista internazionale “Birgittiana” dei cavalieri di Santa Brigida di Svezia

on feb 2, 13 • by • with Commenti disabilitati su La biblioteca storica del ‘700 del Seminario Arcivescovile di Nola ha ospitato la presentazione della 26^ edizione della rivista internazionale “Birgittiana” dei cavalieri di Santa Brigida di Svezia

“L’Arcivescovo di Nola, Monsignor Beniamino De Palma: l’Ordine Militare di Santa Brigida continua a distinguersi per l’elevato profilo culturale oltre che umanitario”   NOLA – E’ la settecentesca biblioteca storica del seminario arcivescovile di Nola, a fare da cornice alla presentazione della rivista...
Pin It

Home » News, Notizie flash » La biblioteca storica del ‘700 del Seminario Arcivescovile di Nola ha ospitato la presentazione della 26^ edizione della rivista internazionale “Birgittiana” dei cavalieri di Santa Brigida di Svezia

“L’Arcivescovo di Nola, Monsignor Beniamino De Palma: l’Ordine Militare di Santa Brigida continua a distinguersi per l’elevato profilo culturale oltre che umanitario”

 

NOLA – E’ la settecentesca biblioteca storica del seminario arcivescovile di Nola, a fare da cornice alla presentazione della rivista internazionale “Birgittiana”, dedicata alla straordinaria figura di Santa Brigida di Svezia. Il relatore, professor Pierluigi Scarpa, preside della sezione Campania dell’Ordine Militare di Santa Brigida di Svezia, dopo aver salutato tutti gli intervenuti, provenienti oltre che dalla Campania, dalla Puglia e dal Lazio, e ringraziato la delegazione dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio, ha iniziato il suo excursus sulla rivista: “siamo giunti alla 26^ edizione di un lavoro che oltre ad essere riconosciuto dal Ministero dei Beni Culturali, vanta la presidenza nel comitato scientifico del professor Tore Nyberg, dell’Università di Odense in Danimarca.

La rivista, richiesta dalle più importanti biblioteche nazionali ed internazionali, anche quest’ anno vede la suddivisione in due parti, la prima, più propriamente storico-scientifica dedicata al culto di Santa Brigida e la seconda relativa a fatti di cronaca che hanno interessato l’Ordine Militare di Santa Brigida di Svezia, capeggiato dal Principe e Generale Gran Maestro, Conte Federico Abbate De Castello Orleans, che nella nostra Penisola attualmente si avvale di due Luogotenenti, il Cav. di Gran Croce Ginnanagelo Marciano, per l’Italia e l’Avv. Lello Prezioso, per l’Italia Meridionale”.

Il Gran Priore aggiunto, Monsignor Sebastiano Bonavolontà, si è proprio soffermato sulle iniziative benefiche intraprese dall’Ordine nell’anno appena trascorso: “aiuti a bambini ammalati e bisognosi, a famiglie povere in occasione del Santo Natale, individuati dai parroci, sostegno ad una famiglia colpita dal terremoto in Emilia Romagna, sono solo alcune delle numerose opere di carità che il nostro Ordine in assoluta trasparenza ed in piena ottemperanza ai suoi fini umanitari realizza costantemente unitamente alla difesa e propaganda della fede cattolica e del culto di Santa Brigida”. A riconoscere il ruolo dell’Ordine, un illustre confratello intervenuto alla cerimonia che è proseguita con una cena di beneficenza, il Cavaliere di Gran Croce di Giustizia, Monsignor Beniamino De Palma, Arcivescovo di Nola: “l’Ordine Militare di Santa Brigida di Svezia continua a distinguersi nella concreta testimonianza di fede ed attraverso importanti iniziative culturali ed umanitarie”.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like