ollip

“Ollip e il Grande Inceneritore”, libro che insegna ai piccoli la differenziata presentato alla biblioteca

on mag 24, 14 • by • with Commenti disabilitati su “Ollip e il Grande Inceneritore”, libro che insegna ai piccoli la differenziata presentato alla biblioteca

È stato presentato alla biblioteca comunale di Caivano il libro per ragazzi “Ollip e il grande inceneritore”. Ad aprire i lavori è il professor Silvano Striato, l’ex preside del liceo Braucci di Caivano, il quale ha consigliato questo volume gli insegnanti perché educa gli alunni e fa discorsi semplici...
Pin It

Home » Cultura, News, Notizie flash, Testata » “Ollip e il Grande Inceneritore”, libro che insegna ai piccoli la differenziata presentato alla biblioteca

È stato presentato alla biblioteca comunale di Caivano il libro per ragazzi “Ollip e il grande inceneritore”. Ad aprire i lavori è il professor Silvano Striato, l’ex preside del liceo Braucci di Caivano, il quale ha consigliato questo volume gli insegnanti perché educa gli alunni e fa discorsi semplici pur parlando di cose molto particolari come le micidiali nanoparticelle che escono dagli inceneritori. Dopo di lui è intervenuto l’autore, Luca Dalisi: “Ho fatto un’ottima sintesi. Il percorso di questo libro ci ricorda diverse cose e ci stimola al da farsi. Infatti è rivolto essenzialmente ai bambini perché loro possono educare i grandi. In molti paesi civili è vero esistono eccome gli inceneritori, ma non esiste la devastazione ambientale che c’è qui. Comunque, incenerire non significa far sparire le cose, ma ridurle in cenere, quindi è sempre da preferire il recupero del rifiuto. Tant’è che il libro illustra molto bene ai piccoli il bisogno di fare la raccolta differenziata con illustrazioni e disegni”. È intervenuta anche Ilaria Urbani, giornalista del quotidiano Repubblica, secondo cui “Ollip e il grande inceneritore” è importante perché dopo questa emergenza della Terra dei Fuochi sta calando l’attenzione sulla raccolta differenziata, che deve aumentare poiché
dobbiamo pensare al futuro. In rappresentanza del Comitato Coordinamento Fuochi era presente Enzo Tosti, insieme a tre mamme di bambini deceduti di cancro, Marzia Caccioppoli, Tina Magri e Pina Leanza. Secondo Tosti il vero problema è il piano regionale di rifiuti, che adesso prevede molti impianti di biomasse, che secondo lui non sono altro che degli inceneritori sotto falso nome per ingannare i cittadini né allarmarli. Tosti ha denunciato anche la
presenza di molti pozzi inquinati presenti nella zona Asi. In rappresentanza del Comune di Caivano era presente l’assessore alla cultura e alle attività produttive Antonio Navas. “Coinvolgerò aziende e scuole per presentare questo libro in quanto è un buonissimo veicolo per promuovere la raccolta differenziata. Il Comune di Caivano per la prima
volta sta avviando il censimento per le industrie della zona” ha promesso l’esponente della giunta Falco.

tratto dal Caivano Press

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like