assessore tedeschi (donna al centro)

CAIVANO, ALTRO CHE PESCE D’APRILE: DOPO 40 GIORNI SI DIMETTE L’ASSESSORE GISELLA TEDESCHI

on apr 1, 14 • by • with Commenti disabilitati su CAIVANO, ALTRO CHE PESCE D’APRILE: DOPO 40 GIORNI SI DIMETTE L’ASSESSORE GISELLA TEDESCHI

(ARTICOLO DI FRANCESCO CELIENTO) CAIVANO – Sembrava il classico pesce d’Aprile, ma non era così. Un’altra mina sul cammino, sempre più tortuoso, dell’amministrazione comunale. Stamane, intorno alle ore 10, l’assessore alle attività produttive, sport e spettacolo del Comune di Caivano, dottoressa Gisella...
Pin It

Home » Politica, Politica Locale, Testata » CAIVANO, ALTRO CHE PESCE D’APRILE: DOPO 40 GIORNI SI DIMETTE L’ASSESSORE GISELLA TEDESCHI

(ARTICOLO DI FRANCESCO CELIENTO) CAIVANO – Sembrava il classico pesce d’Aprile, ma non era così. Un’altra mina sul cammino, sempre più tortuoso, dell’amministrazione comunale. Stamane, intorno alle ore 10, l’assessore alle attività produttive, sport e spettacolo del Comune di Caivano, dottoressa Gisella Tedeschi (residente in Molise), si è dimessa irrevocabilmente dall’incarico con una lettera indirizzata al sindaco Falco. Ufficialmente la Tedeschi, nominata appena alla fine di Febbraio – fra qualche polemica perché abitante a Venafro – avrebbe lasciato l’esecutivo per “motivi personali”.

Ma scrivono tutti così gli assessori dimissionari, la verità sarà ben altra, come al solito. Si dice che la donna, 36 anni, commercialista, possa aver disubbidito ad ordini di partito, oppure sia stata troppo brava ed indipendente in una scena politica che non lascia nulla al caso.

Eppure appena ieri sera (31 Marzo) l’ormai ex assessore Tedeschi era al Comune a lavorare normalmente con il sindaco ed i tecnici ad una problematica riguardante il mercato comunale. Il vero problema, comunque, è che tutta l’amministrazione va a rotoli.

Gira voce negli ambienti politici che una riunione di giunta sarebbe stata interrotta su imposizione di alcuni consiglieri di maggioranza, ormai divisa su tante vicende. Il sindaco ha spiegato che la riunione era urgente, ma d’ora in poi le direttive stabilite prevedono incontri di pre-giunta. Non a caso, la richiesta di sfiducia al presidente del consiglio comunale Mennillo (bastavano 8 consiglieri firmatari) non è stata nemmeno protocollata proprie per le divergenze interne.

Insomma, il sindaco Falco cambia maggioranza, cambia giunta, ma il prodotto è sempre lo stesso, come dice la regola matematica degli addendi.

“Chiamerò l’assessore Tedeschi per capire i motivi delle dimissioni, che non ho accettato ancora, proprio perché vorrei convincerla a ritirarle”,  spiega il primo cittadino Falco ai taccuini di dubito.it qualche ora dopo che la notizia si è ormai diffusa nell’ambito politico e degli addetti ai lavori.

Guardacaso, nell’ultimo consiglio comunale, andato a vuoto per mancanza del numero legale causa le troppe assenze fra la maggioranza del sindaco Falco, i due consiglieri di riferimento della Tedeschi (Peppe Bernardo e Giuseppe Maiello del gruppo Indipendenti per Caivano) furono fra coloro che non si presentarono affatto alla seduta. Le sorprese, comunque, potrebbero non essere finite, l’unica cosa certa è che il sindaco Falco cade, ma resta sempre in piedi.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like