prefetto antonio contarino

CAIVANO. IL COMMISSARIO CONTARINO SCRIVE AL SINDACO DI AFRAGOLA, ECCO I MOTIVI…

on dic 23, 14 • by • with Commenti disabilitati su CAIVANO. IL COMMISSARIO CONTARINO SCRIVE AL SINDACO DI AFRAGOLA, ECCO I MOTIVI…

Caivano – Mancati pagamenti da sei mesi, il Prefetto Antonio Contarino scrive al sindaco di Afragola Domenico Tuccillo. A rischio i servizi. Dopo le segnalazioni di numerose imprese operanti presso l’Ambito 19 in merito a mancate elargizioni delle dovute spettanze, in una nota indirizzata direttamente al Sindaco...
Pin It

Home » Politica, Politica Locale, Testata » CAIVANO. IL COMMISSARIO CONTARINO SCRIVE AL SINDACO DI AFRAGOLA, ECCO I MOTIVI…

Caivano – Mancati pagamenti da sei mesi, il Prefetto Antonio Contarino scrive al sindaco di Afragola Domenico Tuccillo. A rischio i servizi. Dopo le segnalazioni di numerose imprese operanti presso l’Ambito 19 in merito a mancate elargizioni delle dovute spettanze, in una nota indirizzata direttamente al Sindaco Tuccillo, il commissario Straordinario del Comune di Caivano chiede lumi proprio al comune afragolese in qualità di comune capofila dell’Ambito territoriale, in cui figurano anche i comuni di Caivano, Cardito e Crispano. “ Egregio Onorevole Tuccillo, questa Amministrazione le comunica che ha provveduto a risolvere tutte le posizioni debitorie nei confronti dell’Ambito N19 – ente capofila Comune di Afragola, come già comunicato ai Dirigenti preposti attraverso documenti formali. Tuttavia – prosegue la richiesta – riesce incomprensibile il disagio che manifestano gli operatori impegnati nei servizi di cui agli appalti della legge 328 del 2000 , i quali lamentano il mancato pagamento delle loro spettanze ( circa 6 mensilità) , da parte delle cooperative aggiudicatarie dei servizi di cui sopra. Si chiede di dare riscontro a quanto lamentato dagli operatori e di conferire i tempi e le modalità di eventuali trasferimenti economici alle cooperative, atteso che il Comune di Caivano ha già provveduto a trasferire all’Ambito in questione le quote di compartecipazione dovute”. La notizia delle rimostranze delle cooperative era passata sotto silenzio, ma alla luce dei mancati pagamenti i servizi potrebbero essere a rischio con tutte le conseguenze del caso. Il Piano di Zona è lo strumento di programmazione delle politiche sociali, finalizzato alla realizzazione della rete dei servizi sociali partendo da una corretta Analisi della domanda sociale, al fine di ottenere un miglioramento della qualità degli interventi ed un’offerta di servizi più adeguata ai molteplici bisogni dei cittadini. Dotando il territorio di una rete omogenea di servizi essenziali con pari opportunità di accesso per tutti i cittadini; creare le condizioni per una maggiore integrazione dei servizi; favorire l’esercizio associato delle funzioni sociali da parte dei Comuni e la gestione unitaria della rete. E non solo. Infatti il compito dell’Ambito territoriale è anche l’integrazione Sociosanitaria che rappresenta il raccordo tra politiche sociali e politiche sanitarie, che, coinvolgendo e valorizzando tutte le competenze e le risorse del territorio, si basata sulla collaborazione tra Comuni, servizi dell’A.S.L., singole persone, famiglie, e volontariato. I servizi socio-sanitari integrano servizi sanitari e sociali poiché supportano persone con problemi di tipo sanitario ma che necessitano anche di protezione socio-assistenziale tra cui disabili, bambini e meno abbienti.

Giuseppe Bianco

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like