documento mpa

Caivano. L’Mpa esce dalla maggioranza: “pochezza politica”. Per l’amministrazione non fa una grinza

on apr 18, 14 • by • with Commenti disabilitati su Caivano. L’Mpa esce dalla maggioranza: “pochezza politica”. Per l’amministrazione non fa una grinza

(ARTICOLO DI FRANCESCO CELIENTO) CAIVANO – Ancora problemi seri per la maggioranza del sindaco Falco. Stamane l’Mpa, il partito che sosteneva l’amministrazione con i consiglieri comunali Alfonso Castelli e Antonio Abbagliato, ha protocollato un documento stamane 18 Aprile, firmato anche dal segretario, in cui...
Pin It

Home » Politica, Politica Locale, Testata » Caivano. L’Mpa esce dalla maggioranza: “pochezza politica”. Per l’amministrazione non fa una grinza

(ARTICOLO DI FRANCESCO CELIENTO) CAIVANO – Ancora problemi seri per la maggioranza del sindaco Falco. Stamane l’Mpa, il partito che sosteneva l’amministrazione con i consiglieri comunali Alfonso Castelli e Antonio Abbagliato, ha protocollato un documento stamane 18 Aprile, firmato anche dal segretario, in cui annuncia l’abbandono della coalizione, dopo appena due mesi in cui era entrata in maggioranza, fra mille polemiche peraltro. Il partito guidato a Caivano da Alessio Vanacore, infatti, è stato per tre anni consecutivi l’acerrimo nemico numero uno proprio della giunta Falco, su cui ne disse di tutti colori.

Adesso sulla carta il primo cittadino ha 17 voti a disposizione in Consiglio Comunale, quasi il minimo sindacale, e c’è l’incognita Della Rossa (sulla carta è in maggioranza), che è uscito qualche settimana fa proprio dall’Mpa, il quale non rappresenta alcun partito, circostanza che soprattutto al Pd, non sta bene, in quanto i seguaci di Renzi vogliono dialogare con le forze politiche.

A far prendere una decisione drastica, ma comunque più o meno scontata, le polemiche sull’arrivo a Caivano delle 21000 tonnellate di rifiuti che, secondo l’Mpa, il sindaco Falco non avrebbe preso in tempo misure per contrastare la decisione della Provincia ed i partiti dicono di non sapere nulla. Tant’è che sul manifesto della maggioranza sulla vicenda, affisso stamane (18 Aprile) manca proprio la firma di Vanacore e company. In ogni caso nessuno, fra i partiti che sostengono Falco, piangerà più di tanto l’uscita dell’Mpa, il quale, nell’ultimo consiglio comunale, andato a vuoto ha provocato la mancanza del numero legale con l’uscita dall’aula di Castelli, richiamato da dietro le transenne dal suo segretario politico Vanacore.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like