CAIVANO. RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO. DOMANI SEL TORNA IN PIAZZA PER UN COMIZIO

on feb 16, 13 • by • with Commenti disabilitati su CAIVANO. RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO. DOMANI SEL TORNA IN PIAZZA PER UN COMIZIO

Il Circolo Sel di Caivano “Ciccio Russo” torna in piazza per un comizio. In questa strana campagna elettorale cui ci ha costretto Berlusconi, con il freddo di febbraio, tutta giocata con i sondaggi e in televisione, ci ha privato del contatto con le persone. Domani, domenica 17, alle ore 11,00 sui Giardinetti a...
Pin It

Home » Politica, Politica Locale » CAIVANO. RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO. DOMANI SEL TORNA IN PIAZZA PER UN COMIZIO

Il Circolo Sel di Caivano “Ciccio Russo” torna in piazza per un comizio. In questa strana campagna elettorale cui ci ha costretto Berlusconi, con il freddo di febbraio, tutta giocata con i sondaggi e in televisione, ci ha privato del contatto con le persone. Domani, domenica 17, alle ore 11,00 sui Giardinetti a piazza I Maggio, Sel terrà il suo comizio con Ciro Pisano, un giovane del 1995, che ha aderito a Sel per condividere una battaglia a sostegno del reddito minimo di cittadinanza; con Mariella Donesi, a sostegno delle battaglie femminili, per la loro dignità e contro il femminicidio che si sta perpretando ancora più prepotentemente; con Enzo Falco, candidato al Senato a sostegno della battaglia per un ambiente sano attraverso il rilancio dell’agricoltura di qualità; con Gennaro Migliore, stretto collaboratore di Nichi Vendola per ribadire che votando Sinistra Ecologia e Libertà si garantisce un collocamento a sinistra dell’intera coalizione guidata da Bersani.
Il governo della destra populista ci ha consegnato un Paese moralmente ed economicamente distrutto, quello di Monti ci ha consegnato sacrifici solo per i lavoratori e i pensionati, il governo dei progressisti dovrà puntare ad una crescita sostenibile ed ecocompatibile fondata sulla green economy, incentrata sulla creazione di lavoro e a determinare maggiore equità sociale, a partire dal reddito minimo di cittadinanza e dalla necessità, dettata dalla Costituzione, di far pagare chi ha più soldi e tutelare chi invece è debole e non riesce ad andare avanti.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like