mauri

Don Patriciello: “La politica deve liberarsi da arrampicatori e intrallazzieri…”

on ott 25, 13 • by • with Commenti disabilitati su Don Patriciello: “La politica deve liberarsi da arrampicatori e intrallazzieri…”

Don Maurizio Patriciello ha così postato sul suo profilo Facebook: “Sia ben chiaro: davanti ai Servitori e ai rappresentanti dello Stato, noi ci inchiniamo. Quando servono lo Sttao, naturalmente. Occorre però che si parlino di più. Non è raro che una notizia importante rimanga in un ufficio e non passi alla...
Pin It

Home » Politica, Politica Locale » Don Patriciello: “La politica deve liberarsi da arrampicatori e intrallazzieri…”

mauriDon Maurizio Patriciello ha così postato sul suo profilo Facebook:

“Sia ben chiaro: davanti ai Servitori e ai rappresentanti dello Stato, noi ci inchiniamo. Quando servono lo Sttao, naturalmente. Occorre però che si parlino di più. Non è raro che una notizia importante rimanga in un ufficio e non passi alla porta accanto. Fondamentale è anche il dialogo con i cittadini. Loro potrebbero dare contributi deicsivi a tante questioni irrisolte. Bisogna però non intimorirli. Un dialogo schietto. Attento. Intelligente. Il cittadino comune è una persona semplice. Non conosce le Leggi e i suoi cavilli. Non parla come parlerebbe un avvocato. Il cittadino deve godere la presenza di uno Stato attento. Deve – per così dire – sentirsi voluto bene. Deve poter contare su uno Stato amico. Certo, dappertutto si annidano le serpi. La storia di ogni Paese è piena di traditori e faccendieri. Arrampicatori e intrallazzieri. Sono costoro che non meritano rispetto. E’ da costoro che la politica deve liberarsi. Non è facie. Me ne rendo conto. Ma non è nemmeno impossibile. Tutti vorremmo un mondo più bello e vivibile. Tutti, dunque, abbiamo la responsabilità di doverlo realizzare. Forza! Avanti! Senza cedere a scoraggiamenti. Senza cadere nelle trappole di gente interessata a salvaguardare i propri piccoli interessi. La terra ce l’ha donata Iddio. Nessuno ne è il padrone. L’abbiamo ricevuta in comodato d’uso. Abbiamo il dovere di lasciarla in eredità ai nostri figli. E ai figli dei loro figli. Buona giornata. Padre Maurizio PATRICIELLO”

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like