LA STOCCATA DI ROSY BINDI: “CARO BERSANI IN QUESTO MODO NON VA” ED APRE ALLA POSSIBILITÀ DI UN GOVERNO DI SCOPO

on apr 11, 13 • by • with Commenti disabilitati su LA STOCCATA DI ROSY BINDI: “CARO BERSANI IN QUESTO MODO NON VA” ED APRE ALLA POSSIBILITÀ DI UN GOVERNO DI SCOPO

Prima l’appoggio alla scelta di Bersani di tentare un approccio con i grillini per la formazione del governo: “Giusto il confronto con il Movimento Cinque stelle, andava fatto”. Poi la presa di distanza: “Non mi ha invece convinto lo scarto improvviso che è seguito”. Chi parla è Rosy...
Pin It

Home » Politica, Politica Nazionale » LA STOCCATA DI ROSY BINDI: “CARO BERSANI IN QUESTO MODO NON VA” ED APRE ALLA POSSIBILITÀ DI UN GOVERNO DI SCOPO

Prima l’appoggio alla scelta di Bersani di tentare un approccio con i grillini per la formazione del governo: “Giusto il confronto con il Movimento Cinque stelle, andava fatto”. Poi la presa di distanza: “Non mi ha invece convinto lo scarto improvviso che è seguito”. Chi parla è Rosy Bindi, in un’intervista a La Stampa il presidente dell’assemblea nazionale del Partito Democratico, non risparmia critiche al segretario del suo partito. A cominciare dalla ricerca di un appoggio per un governo di minoranza.

La ricerca di escamotage parlamentari che facessero affidamento su comportamenti compiacenti di Lega e pezzi di centrodestra, che avrebbero dovuto “non impedire” il varo di un governo Bersani di minoranza. La considero una soluzione politista e precaria

Alla Bindy non piace affatto l’idea di un esecutivo Bersani che si regga su maggioranze variabili, così spiega il perché: “Quando leggo che dovremmo fare un governo che vive grazie al fatto che un po’ di senatori del Pdl escono dall’aula e che magari poi arriva qualche voto grillino mi viene da dire che stiamo dando a Berlusconi le chiavi del nostro cosiddetto “governo del cambiamento”. Potrà decidere lui se e quando staccare la spina, e quali e quanti dei nostri otto punti far benevolmente passare. Insomma ci mettiamo completamente nelle sue mani

Dunque no al “governissimo” con il Cavaliere e neanche il voto, secondo Rosy Bindi esiste una strada possibile per dare un governo all’Italia

 

Se Bersani non ce la facesse per evitare il voto anticipato ed aprire una fase di riforme essenziali, mi sembra più trasparente e sostenibile una soluzione marcatamente istituzionale, affidata al Presidente della Repubblica per un governo di scopo, limitato nel tempo, guidato da una personalità congeniale a tale profilo, istituzionale e non politico.

HuffPost.it

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like