MILENA GABANELLI INDAGA SUL MOVIMENTO 5 STELLE, LA REAZIONE DELLA RETE NON SI FA ATTENDERE…

on mag 20, 13 • by • with Commenti disabilitati su MILENA GABANELLI INDAGA SUL MOVIMENTO 5 STELLE, LA REAZIONE DELLA RETE NON SI FA ATTENDERE…

Da vincitrice delle “Quirinarie” del MoVimento 5 Stelle, per l’elezione del capo dello Stato, al servizio che incalza Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio sulla trasparenza. Non pochi telespettatori italiani sottolineano come Milena Gabanelli, attraverso le domande di Report al M5S, durante la puntata...
Pin It

Home » Generale, Politica, Politica Nazionale » MILENA GABANELLI INDAGA SUL MOVIMENTO 5 STELLE, LA REAZIONE DELLA RETE NON SI FA ATTENDERE…

Da vincitrice delle “Quirinarie” del MoVimento 5 Stelle, per l’elezione del capo dello Stato, al servizio che incalza Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio sulla trasparenza. Non pochi telespettatori italiani sottolineano come Milena Gabanelli, attraverso le domande di Report al M5S, durante la puntata che mostrava le opacità nel finanziamento dei privati ai partiti, abbia dimostrato di “essere una giornalista indipendente e libera”. Su Twitter si sottolinea come Gabanelli non si sia fatta influenzare dall’essere risultata, poco tempo fa, la candidata più votata dai militanti grillini on line La giornalista, che aveva già rinunciato alla corsa per il Colle per proseguire il suo lavoro, non ha risparmiato nessuno. Ha così cercato di fare luce anche sui fondi del M5S, chiedendo al “Semplice Portavoce” Grillo se i proventi del blog vadano al MoVimento stesso. Oltre a domandarsi a quanto ammonti il guadagno della Casaleggio Associati dalla pubblicità del sito.

 

IL SERVIZIO DI REPORT SUL M5S E LE REAZIONI IN RETE – Non tutti hanno apprezzato, soprattutto dalla base dei 5 stelle: “Qualcuno mi sa dire i motivi di questo attacco?”, si chiedono alcuni militanti. Altri criticano la giornalista e la trasmissione Report: “Avete fatto le pulci al M5S per essersi finanziato con 27.943 donazioni volontarie, a una media di 27 euro a testa. E per aver incassato 774.208, dei quali metà spesi per la campagna elettorale e il resto destinato al comune terremotato di Mirandola. Al contrario dei partiti che prendono milioni di euro pubblici”, attacca un commentatore. C’è chi reputa invece il servizio, realizzato da Sabrina Giannini, “troppo fazioso”. Report aveva spiegato come il blog di Grillo avesse raddoppiato l’audience nel mese delle elezioni: “Il successo del movimento ha dato più visibilità al sito dal quale Grillo lancia i suoi comunicati politici, richiamati dai mass media che così fanno aumentare i visitatori, quindi gli introiti”. Eppure emergeva il problema della trasparenza, dati i silenzi dei 5 stelle: “Difficile fare una stima del ricavo in pubblicità. Attendiamo l’ultimo bilancio della società di Casaleggio sperando che non sia generico come quello del 2011″, si sottolineava.

[vsw id=”cj8kKWCFdwU” source=”youtube” width=”425″ height=”344″ autoplay=”no”]

GIORNALETTISMO

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like