Pd: in arrivo referendum per sfiduciare De Magistris

on set 26, 13 • by • with Commenti disabilitati su Pd: in arrivo referendum per sfiduciare De Magistris

Il termine ultimo per la presentazione dei referendum sulla città e sulla giunta De Magistris è il 30 settembre. I sei quesiti però sono già pronti. Il Partito Democratico ha scelto cinque argomenti specifici e uno più propriamente politico. Andiamo per ordine: I primi due riguardano il Lungomare. Ai napoletani...
Pin It

Home » Politica, Politica Locale » Pd: in arrivo referendum per sfiduciare De Magistris

Il termine ultimo per la presentazione dei referendum sulla città e sulla giunta De Magistris è il 30 settembre. I sei quesiti però sono già pronti. Il Partito Democratico ha scelto cinque argomenti specifici e uno più propriamente politico. Andiamo per ordine:

I primi due riguardano il Lungomare. Ai napoletani si chiederà se vogliono la trasformazione della Villa comunale oppure no. Il secondo: se le risorse pubbliche debbano essere appostate per il progetto che vorrebbe la Villa senza barriere oppure debbano andare alle periferie.

Il terzo quesito: “volete liquidare la società di trasformazione Bagnolifutura oppure no?”

Il quarto: “volete vendere lo stadio San Paolo oppure no?”

Il quinto riguarda la contestata delibera sul patrimonio comunale con la quale si è sanata l’occupazione abusiva delle case popolari. Ai cittadini verrà chiesto se sono d’accordo oppure no.

Il sesto: “Condividete la politica del sindaco o no? Siete soddisfatti di De Magistris?

Il comitato è coordinato dal democratico Umberto De Gregorio e presenterà a giorni i quesiti alla commissione dei garanti istituita dal consiglio comunale di Napoli dopo un lungo braccio di ferro. I garanti (Carlo Alemi, presidente del Tribunale di Napoli, Giancarlo Laurini, ex presidente nazionale dei notai e Lucio de Giovanni, preside del Dipartimento di Giurisprudenza della Federico II) dovranno, entro il 30 ottobre, dichiarare quali quesiti referendari sono ammissibili. Il maggiore scoglio è rappresentato dal “quorum” di 40 mila firme da raccogliere entro il 31 Dicembre. Non si esclude che il Pdl possa andare ad affiancare i Democratici nella fronda anti-De Magistris replicando così le larghe intese anche a livello locale.

Fonte: www.CorrieredelMezzogiorno.it

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like