Adesso! Matteo Renzi per le primarie del Partito Democratico

Renzi per la Terra dei Fuochi (con Bassolino e il si all’inceneritore sul groppone)

on nov 8, 13 • by • with Commenti disabilitati su Renzi per la Terra dei Fuochi (con Bassolino e il si all’inceneritore sul groppone)

Matteo Renzi si è ricordato solo adesso, come tanti altri, della Terra dei Fuochi. Ieri da Santoro il Sindaco di Firenze ha annunciato alla sua maniera: “Da Segretario porterò Sindaci, amministratori e dirigenti del Pd nella Terra dei Fuochi ad incontrare quei parroci e quei comitati del mondo...
Pin It

Home » Politica, Politica Locale, Testata » Renzi per la Terra dei Fuochi (con Bassolino e il si all’inceneritore sul groppone)

Adesso! Matteo Renzi per le primarie del Partito DemocraticoMatteo Renzi si è ricordato solo adesso, come tanti altri, della Terra dei Fuochi. Ieri da Santoro il Sindaco di Firenze ha annunciato alla sua maniera:

“Da Segretario porterò Sindaci, amministratori e dirigenti del Pd nella Terra dei Fuochi ad incontrare quei parroci e quei comitati del mondo dell’associazionismo che tanto si stanno spendendo per questa causa. Dobbiamo dimostrare alla gente che non è lasciata sola dalle Istituzioni”

Benissimo. Prima dei proclami i campani, magari, gradirebbero che Renzi chiarisse la sua posizione su Antonio Bassolino. Quell’Antonio Bassolino che è sicuramente il maggior protagonista di un’era tragica e fallimentare per l’ex Campania felix. Quello stesso Antonio Bassolino che da mesi non fa altro che accarezzarlo e lodarlo pubblicamente: “Voterò Renzi al Congresso Pd. E’ l’unico capace di battere Berlusconi in campo aperto”. Il rottamatore ieri sera, dopo mesi di assordante silenzio, ce l’ha fatta perfino a dire che “se diventassi Segretario porrei la questione di Crisafulli” (noto volto del Pd siciliano che venne immortalato in un filmato ad abbracciare il boss mafioso Bevilacqua). Ce la potrebbe fare a chiarire anche altri punti.

Magari ci fosse stato ieri in studio l’oncologo Antonio Marfella gli avrebbe ricordato, come fece con me quando ho avuto l’occasione di intervistarlo (Min 5:40 http://www.youtube.com/watch?v=6HVcY8q8N6A ), che l’inceneritore fa morire e come di tumore. Sarei stato curioso di vedere se l’avrebbe trattato come trattò a suo tempo da Presidente della Provincia di Firenze l’oncologa Patrizia Gentilini. Quella volta le urlò: “Non può dire che l’inceneritore fa venire il tumore. Sta facendo del terrorismo. Questa è una gigantesca baggianata. Se avesse la cortesia di stare zitta. Si deve vergognare…” (http://www.youtube.com/watch?v=-1m3i_JSLMs).

Ormai dalla Terra dei Fuochi è facile udire i corvi gracchiare a centinaia. Quei viali e quelle piazze piene sono ormai viste con la bava alla bocca come terra di conquista da troppi personaggi improbabili. Loschi figuri del mondo della politica, quella che ha fallito negli ultimi decenni, adesso si pavoneggiano annunciando di avere la soluzione in tasca. I vari Adinolfi, Velardi e Liguori ce la mettono tutta per farsi pubblicità gratuita scatenando polemiche sterili e infondate. Non si rendono conto che il popolo della Terra dei Fuochi non è l’ultima delle folle inferocite in cerca di un Masaniello qualunque dal quale farsi dettare gli ordini. E’ un pezzo di cittadinanza, fatto di Comitati, associazioni e volontari, che ormai sta prendendo coscienza del dramma della propria terra. E soprattutto si sta rendendo conto di chi sono i responsabili del disastro ambientale e di quali sono le soluzioni. Matteo Renzi, come chiunque altro, non può permettersi di non chiarire certe sue ambiguità. Se vuole essere credibile…

 

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like