Ciak:ho perso la memoria

on set 5, 13 • by • with Commenti disabilitati su Ciak:ho perso la memoria

La notizia della scorsa settimana, balzata su quotidiani e rotocalchi, estratta da un’intervista dell’attore Michael Caine, secondo il quale l’amico Sean Connery fosse sulla triste strada dell’Alzheimer ,è stata categoricamente smentita, prima dalla portavoce dell’ex Agente 007 e poi dallo stesso Caine che...
Pin It

Home » Cinedubito, Rubriche » Ciak:ho perso la memoria

La notizia della scorsa settimana, balzata su quotidiani e rotocalchi, estratta da un’intervista dell’attore Michael Caine, secondo il quale l’amico Sean Connery fosse sulla triste strada dell’Alzheimer ,è stata categoricamente smentita, prima dalla portavoce dell’ex Agente 007 e poi dallo stesso Caine che dichiara di essere stato frainteso  e che il suo buon amico Connery, a 83 anni gode di ottima salute.

Sembra confermata invece la notizia che Jack Nicholson, 76 anni, debba irrimediabilmente dire addio ai set a causa dei numerosi vuoti di memoria che gli impediscono di memorizzare i copioni e che non gli consentirebbero di prendere parte a nuovi film, dopo How Do You Know  del 2010 con Owen Wilson.

La notizia che una malattia ineluttabile come quella dell’Alzheimer possa colpire grandi attori lascia sconcertati ma pensare che possano essere immuni da gravi infermità è impossibile anche se immaginare  che Sir Sean Connery possa smarrire la strada e non sapere più dove si trovi, come hanno riportato alcuni articoli,mette davvero tristezza.

L’addio alle scene dell’attore scozzese era già stato dato nel 2006, tre anni dopo l’uscita di La leggenda degli uomini straordinari, ultimo film da protagonista, confessando di essere ormai stufo del cinema  e ritirandosi definitivamente alle Bahamas, in cui dichiarò di vivere, impossibile contraddirlo, più che volentieri.

Un tranquillo, meritato pensionamento per l’ex James Bond, così come per Nicholson, il cui presunto ritiro sarebbe più che comprensibile, anche se la memoria lo aiutasse ancora e anche se noi fan vorremmo vederlo recitare ad oltranza. Per l’attore, che non disdegna uscite pubbliche e le consuete incursioni  alle partite dei Lakers, dopo 50 anni di carriera, dopo pellicole ed interpretazioni straordinarie,  dopo qualche pillola di Viagra di troppo, di cui  fece apologia tempo fa, qualche segno di stanchezza è fisiologico.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like