IN TEXAS ARRIVA LA STANZA PER SFOGARE AGGRESSIVITA', DOVE SI PUO' SFASCIARE TUTTO

on ott 11, 12 • by • with Commenti disabilitati su IN TEXAS ARRIVA LA STANZA PER SFOGARE AGGRESSIVITA', DOVE SI PUO' SFASCIARE TUTTO

Lo stress è tanto e vi capita di avere una voglia matta di sfasciare tutto prendere a martellate tutto quel che vi capita sotto tiro? Finora (speriamo) avete evitato perché non è un comportamento opportuno, ma adesso c’è un’altra soluzione, anche se per il momento dovete andare in Texas. L’imprenditrice...
Pin It

Home » Curiosità » IN TEXAS ARRIVA LA STANZA PER SFOGARE AGGRESSIVITA', DOVE SI PUO' SFASCIARE TUTTO

Lo stress è tanto e vi capita di avere una voglia matta di sfasciare tutto prendere a martellate tutto quel che vi capita sotto tiro? Finora (speriamo) avete evitato perché non è un comportamento opportuno, ma adesso c’è un’altra soluzione, anche se per il momento dovete andare in Texas.
L’imprenditrice Donna Alexander infatti ha creato la “Anger Room”, una stanza in cui si può (a pagamento) sfasciare tutto il contenuto. L’idea, racconta la Alexander, le girava per la testa da quando aveva 16 anni.

La stanza è dotata di arredamento (rigorosamente low-cost, ma è comprensibile…), vecchi televisori, manichini (senza testa, perché non si vuole focalizzare lo sfogo della violenza sulle persone ma sulle cose). Ai partecipanti, che possono affittare la stanza per periodi di 5, 15 o 25 minuti, vengono forniti guanti di protezione, caschetto e occhiali di sicurezza. E soprattutto una mazza da golf, con cui sfogarsi.

Donna racconta che il suo insolito business sta avendo un discreto successo, sopra le aspettative, anche se al momento non ha ancora pareggiato l’investimento effettuato. I clienti sono molto soddisfatti: “Quello che sorprende la maggior parte è la quantità di forza fisica che è necessaria per durare anche solo 15 minuti. Quando sei arrabbiato ti senti come se potessi distruggere il mondo, ma una volta che hai fatto sfogare un po’ la rabbia la gente rimane a boccheggiare per lo sforzo per un po’ di minuti”.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like