L’UNIONE EUROPEA FINANZIA IL VINO DI D’ALEMA CON 57.000 €

on mag 20, 13 • by • with Commenti disabilitati su L’UNIONE EUROPEA FINANZIA IL VINO DI D’ALEMA CON 57.000 €

Massimo D’Alema produce vino (e lo chiama “Sfide”). Si tratta di un Cabernet, prodotto in 3mila bottiglie, proveniente dai vigneti della tenuta acquistata in Umbria nel 2009. Paolo Catania su Libero ha ricostruito l’intera vicenda, e ha scoperto che per la produzione di vino l’ex...
Pin It

Home » Curiosità » L’UNIONE EUROPEA FINANZIA IL VINO DI D’ALEMA CON 57.000 €

Massimo D’Alema produce vino (e lo chiama “Sfide”). Si tratta di un Cabernet, prodotto in 3mila bottiglie, proveniente dai vigneti della tenuta acquistata in Umbria nel 2009. Paolo Catania su Libero ha ricostruito l’intera vicenda, e ha scoperto che per la produzione di vino l’ex premier gode di un finanziamento europeo di 57.000€. Uno tra i più alti. 

I vitigni sono stati impiantati la settimana scorsa e ieri c’è stata la prima irrigazione. L’azienda vinicola ha preso il via e già domani – si dice – Massimo D’Alema arriverà a Otricoli per vedere di persona come procedono le operazioni che da qui a cinque anni metteranno in bottiglia il suo rosso doc.

Suo ma con i fondi della Comunità europea che gli sono stati erogati tramite la Regione, “rossa” anch’essa. Il 5 maggio scorso, infatti, l’ente ha elargito 57.500 euro alla società dei figli di Baffino: il terzo contributo economico su 74 aziende agricole. Nel paese di duemila anime non si parla d’altro: il presidente del Copasir ha deciso di realizzare in Umbria l’altro sogno (dopo la barca a vela), quello di produrre vino.

La Società “La Madeleine” aveva già chiesto i fondi europei per l’agricoltura, ma nel 2005 le furono negati. All’epoca la proprietà era puramente bergamasca, che ha ceduto le prime quote solo nell’ottobre 2008. Nel maggio scorso, invece, i soldi sono arrivati: 57.500 euro, una delle cifre più alte del prospetto. Di più hanno ottenuto solo la “Antinori società agricola” e la “Fondazione per l’istruzione agraria di Perugia”.

passaparola.it

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like