WECHAT LANCIA LA SFIDA A WHATSAPP

on set 18, 13 • by • with Commenti disabilitati su WECHAT LANCIA LA SFIDA A WHATSAPP

I cinesi sfidano Whatsapp. Lo fanno con Wechat, l’applicazione praticamente identica a quella americana che è sponsorizzata dal calciatore del Barça Leo Messi, ha superato la soglia dei 100 milioni di utenti registrati fuori dalla Cina ed è diventata un successo. A luglio, per dire, è stata la quinta...
Pin It

Home » Curiosità » WECHAT LANCIA LA SFIDA A WHATSAPP

I cinesi sfidano Whatsapp. Lo fanno con Wechat, l’applicazione praticamente identica a quella americana che è sponsorizzata dal calciatore del Barça Leo Messi, ha superato la soglia dei 100 milioni di utenti registrati fuori dalla Cina ed è diventata un successo. A luglio, per dire, è stata la quinta applicazione più scaricata al mondo, prima di Twitter, Skype e soprattutto del concorrente da battere Whatsapp.

Il sistema di messaggistica istantanea Made in China è stato lanciato da Tencent, che out a a diventare leader di mercato con Wechat e Weixinm app omologa diffusa nel paese d’origine. Ora si punta a conquistare l’Italia, con un battage pubblicitario dai grandi numeri. L’azienda punta poi a surclassare Whatsapp grazie a una serie di servizi aggiuntivi pensati e destinati al mondo del business: tra le novità introdotte da Wechat c’è infatti il “service account”, ossia account Wechat intestati ad aziende e non a singoli individui per stabilire un rapporto diretto con i clienti. Il modello da cui è partiti è paragonabile a un nomale account Twitter, cui sempre più le aziende stanno affidando le relazioni con i clienti: questi account promozionali hanno in più il vantaggio della chat istantanea e saranno utilizzati per i comuni servizi di customer service ma anche di geo localizzazione del punto vendita più vicino. Secondo dati diffusi dall’azienda, nel mondo sono stati attivati oltre 10 mila account aziendali Wechat da grandi nomi  come Starbucks, Nike, CityBank, McDonald’s. È la sfida con Whatsapp è appena iniziata: i cinesi rivendicano d’essere stati i primi a introdurre i messaggi vocali, anche se l’avversario può contare su 31miliardi di messaggi scambiati e nuove funzioni in arrivo per combattere la guerra con la Cina.

cadoinpiedi.it

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like