Intervista a Mara, fondatrice di I <3 MODA.

on mar 30, 13 • by • with Commenti disabilitati su Intervista a Mara, fondatrice di I <3 MODA.

Ci hanno insegnato che fiabe migliori sono quelle che iniziano con il “c’era una volta”. C’era una volta una principessa e poi c’era il suo principe, c’era la storia di un cavallo incantato e di un castello fatato, c’era la storia di un sogno e di un amore che visse per...
Pin It

Home » Diario di un'aspirante bionda » Intervista a Mara, fondatrice di I <3 MODA.

Ci hanno insegnato che fiabe migliori sono quelle che iniziano con il “c’era una volta”. C’era una volta una principessa e poi c’era il suo principe, c’era la storia di un cavallo incantato e di un castello fatato, c’era la storia di un sogno e di un amore che visse per sempre felice e contento. Eppure, la favola di Mara potrebbe avere un inizio completamente differente e decisamente più al passo coi tempi: “Crea Pagina”. Niente Fata Madrina, sia chiaro, perché stavolta solo Mark Zuckerberg ci ha messo lo zampino, dandole gli strumenti giusti per mostrare al cyber-spazio la sua passione per la moda.
Studentessa delle superiori, infatti, Mara è la giovane creatrice della pagina Facebook “I <3 MODA“, che conta più di 656 mila adepti a quasi tre anni dalla nascita.
Ma cosa c’è dietro i servizi fotografici, gli outfit e gli accessori che decorano quotidianamente la pagina, appassionando soprattutto le lettrici? Ecco cosa mi ha raccontato Mara!

– Come è nata e come si manifesta la tua passione per la moda?
La mia passione per la moda è nata circa 3 anni fa, quando ho iniziato a sfogliare riviste, consultare blog, e pian piano ho iniziato ad innamorarmi di questo mondo, ad interessarmi dei trend del momento e per questo motivo ho deciso di creare I <3 MODA che è appunto il modo di manifestare in pieno questa mia passione! Mi piace condividere con altre persone il mio punto di vista sulla moda e sapere cosa piace o non piace agli altri.

– Ricordi il momento in cui hai creato la tua pagina? Come ti è venuta quell’idea? 
Lo ricordo benissimo. Ero a casa con davanti il pc e pensavo: “Lo faccio o non lo faccio?”, ma la voglia di buttarmi in qualcosa di nuovo era talmente tanta che non ci ho pensato due volte, e devo dire che mi è andata bene! L’ho voluta creare perché vedevo su Facebook tantissimi link sulla moda ma solo pochi mi colpivano, per questo volevo creare anche io una pagina per dar spazio alle mie idee, e come ho detto prima di confrontarmi con altre persone.

– Come immagini il tuo futuro? Avrà a che fare con il fashion system? 
Lo spero tanto!!! Ora sto studiando ragioneria ma spero un giorno di poter lavorare nel mondo della moda magari collaborando con qualche rivista o lavorando per qualche marchio conosciuto. Mi piace lavorare a contatto con abiti, accessori, tutto ciò ha a che fare con la moda. E una dipendenza da cui è difficile scappare!

– Se potessi magicamente scegliere, preferiresti sfilare, disegnare/creare abiti o scrivere su una rivista di moda? 
Direi creare abiti, ma non disegnarli perché purtroppo non sono brava in disegno! Ma lavorare come stylist sarebbe un sogno, abbinare capi e accessori a seconda della persona che ho davanti, credo di saperlo fare bene. Sfilare non è una cosa che io farei, ma scrivere per una rivista di moda perché no!? Alla fine è ciò che faccio con la mia pagina.

I tuoi outfit ideali per tre occasioni specifiche: scuola, tempo libero, sabato sera. 
Per la scuola un semplice e comodo jeans con un maglione dai colori neutri o scuri d’inverno e stivali/stivaletti e una maglia basic magari con una felpa dai colori sgargianti in primavera (sono una persona che molte volte veste sportiva a scuola!) con scarpe sportive. Per il tempo libero dipende dallo stile di una persona ma io consigliere un pantalone skinny con un cardigan largo, borsa assolutamente non piccola tipo pochette ma ampie per poter metterci dentro tutto il necessario. Per il sabato sera una camicia magari con qualche dettaglio con borchie come consiglia il trend del momento o in pizzo, in questo caso “sì” alle pochette e tacchi senza limiti di altezza.

Dicono che le favole non esistono e che i giovani d’oggi non hanno spirito d’iniziativa ma, forse, Mara è una dimostrazione – seppur piccola – di quanto i luoghi comuni possano sbagliarsi. Perché Mara, in fondo, è la prova di quanto qualche volta la passione possa davvero essere la bacchetta magica per trasformare ogni zucca in una meravigliosa carrozza.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like