raga

Il ragazzo invisibile, un supereroe italiano

on dic 17, 14 • by • with Commenti disabilitati su Il ragazzo invisibile, un supereroe italiano

La locandina che ritrae un ragazzino incappucciato che si scopre il petto come Superman,mostrando quella che sembra una tuta da supereroe, non è tratta da un’ennesima pellicola sfornata dalla Marvel Studio ma è un’autentica produzione italiana, per la regia di Gabriele Salvatores affiancato dai produttori de La...
Pin It

Home » Cinedubito, Rubriche » Il ragazzo invisibile, un supereroe italiano

La locandina che ritrae un ragazzino incappucciato che si scopre il petto come Superman,mostrando quella che sembra una tuta da supereroe, non è tratta da un’ennesima pellicola sfornata dalla Marvel Studio ma è un’autentica produzione italiana, per la regia di Gabriele Salvatores affiancato dai produttori de La Grande Bellezza che porta sul grande schermo il primo superhero italiano, in uscita il 18 Dicembre.

Una scelta inconsueta per il cinema italiano,che praticamente mai prima d’ora si era cimentato nel classico blockbuster  americano che vede buoni contro cattivi intenti in epici scontri  e  Salvatores con lo sceneggiatore Alessandro Fabbri ,Ludovica Rampoldi e Stefano Sardo,conferisce alla trama tutte le caratteristiche  e i clichè tipici delle storie sui supereroi.
Il film vede infatti  il timido  e introverso Michele, interpretato dal biondino  Ludovico Girardello, per la prima volta sullo schermo,tredicenne  vittima della sua età difficile, alle prese con  i bulletti della scuola e con le incomprensioni con la madre separata, travolto da un avvenimento che sconvolge la sua vita monotona, quando indosserà un abito che gli permetterà di  diventare invisibile.

il_ragazzo_invisibile_salvatoresNon scopre di avere la possibilità di volare come Superman o di arrampicarsi sui muri come Spiderman ma ottiene il potere  che tutti hanno desiderato almeno una volta, soprattutto da ragazzini, quello di rendersi invisibili  e poter copiare un compito di matematica a scuola o intrufolarsi nelle docce delle ragazze, come farà puntualmente il protagonista che potrà prendersi finalmente le sue rivincite ma anche affrontare grossi pericoli.

L’intento del film non è  certo quello di introdurre in Italia il filone supereroistico o imitare i roboanti cinecomics,anche se non mancano riferimenti a X-Men,Batman I Fantastici Quattro  ma piuttosto si preme di rilanciare il cinema per ragazzi,attirandoli nelle sale, divertendoli e coinvolgendoli in una storia dove loro possano identificarsi e inoltre, approdando nelle sale alle soglie del Natale, la pellicola potrebbe scalare le classifiche del box office e spodestare le commediaccie natalizie, accontentando un pubblico che al cinema porta tutta la famiglia.

 

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like