Iron Man 3: Tony Stark, miliardario, playboy e re del box office

on mag 1, 13 • by • with Commenti disabilitati su Iron Man 3: Tony Stark, miliardario, playboy e re del box office

Esordio formidabile per il terzo capitolo di Iron Man che chiude la sua prima settimana sui grandi schermi incassando quasi 10 milioni di euro, preparandosi a triplicare la cifra durante la giornata prefestiva e quella del 1 Maggio e  intenzionato a superare gli incassi stratosferici di The Avengers, uscito lo scorso...
Pin It

Home » Cinedubito, Rubriche » Iron Man 3: Tony Stark, miliardario, playboy e re del box office

Esordio formidabile per il terzo capitolo di Iron Man che chiude la sua prima settimana sui grandi schermi incassando quasi 10 milioni di euro, preparandosi a triplicare la cifra durante la giornata prefestiva e quella del 1 Maggio e  intenzionato a superare gli incassi stratosferici di The Avengers, uscito lo scorso anno, nello stesso periodo.

La saga, targata Marvel, dal 2008 vede protagonista nei panni corazzati dell’uomo di ferro, Robert Downey Jr., il quale con la sua eccentrica e turbolenta reputazione ha contribuito a donare al personaggio di Tony Stark quel fascino presuntuoso e arrogante,la cui ironia  la ritroviamo in questo terzo episodio, più tagliente che mai e dove è alle prese con un nuovo cattivo, interpretato da Ben Kingsley e più vicino alla sua collega e amante Pepper Pots, una Gwyneth Paltrow in splendida forma, appena eletta donna più bella del mondo dalla rivista People.

Ma Tony non è più soltanto il “miliardario, playboy, filantropo” che ha spezzato cuori a destra e a manca con il suo sarcasmo e la sua genialità: in questo terzo capitolo, Iron Man si spoglia della sua armatura e si mostra finalmente e fragilmente umano.
Temporalmente collocata dopo “New York” (città che ha visto i Vendicatori scendere in campo contro l’esercito alieno di Loki), la storia si snoda soprattutto attorno agli attacchi di panico e alle insicurezze di un uomo che ha visto la morte troppo da vicino. Ognuno crea da sé i propri demoni, dice Stark… ed è proprio lui a sfidare il cattivo del momento – un terrorista che si fa chiamare il Mandarino – rischiando di rimetterci l’armatura e pure la pelle.
Impeccabili gli effetti speciali sia visivi che sonori, così come le performance di tutti gli attori in scena; primo tra tutti, ovviamente, il versatile e ammirevole Robert Downey Jr.

Film consigliato a tutti gli amanti del genere che, con ottime probabilità, lo troveranno deliziosamente superiore ai due Iron Man precedenti.

Una chicca: restate incollati alle poltrone, c’è una simpaticissima scena dopo i titoli di coda!

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like