Le 5 domande che rendono felice ogni donna.

on set 22, 12 • by • with Commenti disabilitati su Le 5 domande che rendono felice ogni donna.

Dall’alto dei miei studi e della mia spesso criticata creatività (da notare l’affascinante allitterazione), avevo intenzione di quantificare il fabbisogno mensile di ogni donna, affinché questa soddisfi a pieno il suo desiderio compulsivo – ma giustificato – di circondarsi di scarpe, borse, vestiti e...
Pin It

Home » Diario di un'aspirante bionda, Rubriche » Le 5 domande che rendono felice ogni donna.

Dall’alto dei miei studi e della mia spesso criticata creatività (da notare l’affascinante allitterazione), avevo intenzione di quantificare il fabbisogno mensile di ogni donna, affinché questa soddisfi a pieno il suo desiderio compulsivo – ma giustificato – di circondarsi di scarpe, borse, vestiti e gioielli. C’erano tempi in cui solo i diamanti sapevano essere i migliori amici delle ragazze ma adesso il calcolo si semplificherebbe e le cifre si ridurrebbero: catene di negozi low-cost, boom del vintage e personalità e stravaganza che finalmente danno un calcio alle grandi griffe (il ritorno dell’allitterazione).

Nonostante le buone intenzioni, però, la ricerca di un lavoro che se c’è si nasconde piuttosto bene, mi ha fatto cambiare idea: l’arte poetica vince di nuovo sulla statistica. Ma cosa rende felici le donne, se non Hermès e Louboutin?! Semplice: gli orgasmi psicologici, raggiungibili in miriadi di modi differenti ma anche – e soprattutto – attraverso cinque semplici interrogativi che tutte noi vorremmo sentirci sussurrare all’orecchio quotidianamente (o quasi). 

1. Te l’hanno mai detto che sei bellissima?
(Secoli interi a dire che l’abito non fa il monaco, a portare in alto le sudate bandiere del femminismo e poi ecco la parola magica. “Bellissima”, la chiave che apre i caveau delle migliori banche)

2. Scegli tu il film, stasera?
(Voce in capitolo, la donna chiede solo di avere voce in capitolo. Tanto, che sia Nolan o Gus Van Sant, quando non ci sono i popcorn di mezzo, sappiamo tutti come va a finire)

3. Sei dimagrita?
(Che magari non è vero, che magari il pranzo di Ferragosto e la pensione completa in albergo le hanno pure fatto prendere qualche chilo… ma lo specchio è già così severo, quindi i casi sono due: o comprate biscotti Misura, oppure procurate un paio di specchi da H&M. Sono magici)

4. Pronta per la sorpresa?
(Fosse anche solo un mazzo di fiori, noi donne siamo come le bambine: ci innamoriamo dell’insolito, del diverso, del nuovo… e, più di ogni altra cosa, dei versi delle poesie e dell’inaspettato. Prendete appunti, maschi)

5. Mi vuoi sposare?
(Io preferirei un “Ho la cittadinanza americana, vuoi essere mia moglie?”, ma sono l’eccezione, non la regola. Anello o non anello, in ginocchio o in piedi, alla American Pie o alla Sex and the City… la proposta è la proposta. Non si discute)

Ergo, meglio 5 domande perfette al giorno o, tipo, 5000€ al mese? Vi giuro che un’idea ce l’ho, ma vi lascio col dubbio. Sapete com’è, bella gente: c’è crisi, c’è crisi. Mi sa che presto dovremmo pure metterci a risparmiare sulle parole.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like