A Natale, il Bon Ton va in scena a Caivano

on dic 27, 12 • by • with Commenti disabilitati su A Natale, il Bon Ton va in scena a Caivano

E’ nato come momento di discussione e di socializzazione da condividere con la cittadinanza, l’evento “Bon ton, in scena” creato dalla sociologa Enza Massaro con il patrocinio del Comune di Caivano, presso la Biblioteca Comunale, il 22 Dicembre. Lo scopo è stato quello di avvicinare le persone al dialogo,...
Pin It

Home » Senza categoria » A Natale, il Bon Ton va in scena a Caivano

E’ nato come momento di discussione e di socializzazione da condividere con la cittadinanza, l’evento “Bon ton, in scena” creato dalla sociologa Enza Massaro con il patrocinio del Comune di Caivano, presso la Biblioteca Comunale, il 22 Dicembre.

Lo scopo è stato quello di avvicinare le persone al dialogo, come se si trattasse di un incontro in un caffè letterario, grazie anche ad una mostra di pittura di Antonio Scaramella, che già più volte ha esposto le sue opere. La biblioteca è stata trasformata in un vero e proprio salotto, con cioccolatini da dare agli ospiti da parte di attori che mettevano in scena determinate scene del Galateo. L’atmosfera natalizia ha messo gli ospiti a proprio agio e dopo diverse introduzioni, Enza Massaro, ha spiegato il motivo dell’importanza del Galateo e di come sia oggi fondamentale per rispolverare buone maniere che attengono all’educazione e ai sani rapporti con gli altri.

“Lo scopo è di capire come comportarsi con gli altri, ho voluto parlare del  “bon ton”  in chiave relazionale, cioè di come comportarci con le persone care, con i colleghi di lavoro, con gli amici” – sostiene Enza Massaro – “Capire il limite del giudizio, rispettando le differenze, significa cercare di migliorarci, questo ci rende persone stimabili. E’ necessario mettere da parte l’egoismo che genera dei comportamenti scorretti che non giovano a nessuno”.

“Mi ha fatto davvero piacere aver visto persone che hanno aderito spontaneamente all’evento, sia gli attori che si sono improvvisati tali, sia Arturo Nilo, il funzionario della Biblioteca, che ha dato la sua massima disponibilità. E’ stato bello vedere persone arrivare all’evento, solo perché avevano letto le varie locandine sparse ovunque nel paese e questo è il segno che a Caivano, qualcosa d’importante si sta muovendo, grazie all’operato del Dottor Vito Coppola e dei suoi validi funzionari “

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like