Pomodori e asparagi all’arsenico: sequestrati 5 terreni a Caivano

on lug 5, 13 • by • with Commenti disabilitati su Pomodori e asparagi all’arsenico: sequestrati 5 terreni a Caivano

Cinque terreni per 60mila metri quadrati, sequestrati dal Corpo Forestale dello Stato a Caivano, provincia di Napoli. I campi di località Sanganiello, dediti principalmente alla coltivazione di pomodori e asparagi, venivano irrigati tramite acqua che proveniva da pozzi fortemente inquinati, tanto da far disporre la...
Pin It

Home » Senza categoria » Pomodori e asparagi all’arsenico: sequestrati 5 terreni a Caivano

Cinque terreni per 60mila metri quadrati, sequestrati dal Corpo Forestale dello Stato a Caivano, provincia di Napoli. I campi di località Sanganiello, dediti principalmente alla coltivazione di pomodori e asparagi, venivano irrigati tramite acqua che proveniva da pozzi fortemente inquinati, tanto da far disporre la procedura d’urgenza alla sezione Ambiente della Procura di Napoli. Le sostanze ritrovate nell’acqua vanno dal Tetracloroetilene ai floruri, dai solfati all’arsenico fino alla manganese. Elementi la cui presenza andava molto al di là dei limiti fissati per legge.

LE INDAGINI – Proseguono, intanto, le indagini della Procura per capire se la falda acquifera sia inquinata o meno nella sua interezza. I magistrati stanno lavorando per capire la filiera di commercializzazione di questi prodotti, quindi dove venissero venduti. Nei prossimi giorni saranno raccolti campioni di pomodori e asparagi per sottoporli a indagini tossicologiche. Sono in tutti cinque le persone denunciate a piede libero per l’inquinamento della falda.

fonte: campaniasulweb

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like