phoenix

APOTEOSI PHOENIX CAIVANO. VITTORIA AL QUINTO SET DOPO UNA RIMONTA STORICA

on nov 20, 16 • by • with Commenti disabilitati su APOTEOSI PHOENIX CAIVANO. VITTORIA AL QUINTO SET DOPO UNA RIMONTA STORICA

L’essenza della vittoria di ieri sera è tutta esplicitata nel nome Phoenix. Le ragazze, guidate sapientemente da Coach Tambaro, risorgono dalle ceneri di un avvio di match shock vincendo in rimonta una partita al cardiopalma. Al cospetto delle ragazze gialloverdi c’era l’Olimpia Volley San Salvatore una...
Pin It

Home » Altri Sport, Sport, Testata » APOTEOSI PHOENIX CAIVANO. VITTORIA AL QUINTO SET DOPO UNA RIMONTA STORICA

L’essenza della vittoria di ieri sera è tutta esplicitata nel nome Phoenix. Le ragazze, guidate sapientemente da Coach Tambaro, risorgono dalle ceneri di un avvio di match shock vincendo in rimonta una partita al cardiopalma. Al cospetto delle ragazze gialloverdi c’era l’Olimpia Volley San Salvatore una compagine costruita per arrivare tranquillamente e senza patemi in zona play off.
Menozzi e compagne partono male appaiono svagate, contratte, preoccupate, poco lucide nelle situazioni di gioco sia in difesa che in attacco e le avversarie ne approfittano da grande squadra quale sono. Il primo set corre via veloce, l’Olimpia si aggiudica facile il parziale. Nel secondo la musica sembra cambiare, in cabina di regia Piscopo dirige le compagne facendo entrare in ritmo le fenici che iniziano a giocare un’ottima pallavolo. Poi nuovamente il buio. Un altro passaggio a vuoto e le ragazze in campo rivedono i fantasmi del primo set, il catino gialloverde ripiomba nuovamente nell’incubo di una partita a senso unico. Un altro blackout che fa calare un velo di rassegnazione, uno switch off che va sicuramente analizzato ai raggi X in settimana perché, a questi livelli, non si possono regalare punti gratuiti agli avversari. Anche il secondo set va in soffitta. Sul 2-0 sembra tutto finito, l’Olimpia assaporava già il dolce sapore della vittoria.
In questi frangenti quando tutto sembra perso, quando le forze sembrano abbandonarti, quando la testa ti chiede di mollare esce fuori la squadra, escono fuori gli attributi e quei valori intrisi in queste ragazze. Per provare a risalire la china devi aggrapparti sicuramente alle doti tecniche ma devi mettere quel quid in più, oltre la forza mentale occorre tanta determinazione, carattere ma soprattutto tanto cuore. Il terzo set è un monologo gialloverde, una gragnuola di colpi sparati a profusione che le avversarie non riescono a contenere. Piscopo è in serata, il gioco scorre fluido e le attaccanti Russo, D’Aquino, Menozzi, Canzanella e Bianco ne godono a pieno iniziando a mettere a referto punti su punti. Nel quarto e nel quinto set si sono vissute emozioni forti difficili da spiegare. Decisioni contestate, punti infiniti, palle recuperate contro tutte le leggi della fisica. Da quel momento è stato un singolar tenzone tra due combattenti che non volevano mollare di un centimetro, un duello senza esclusioni di colpi ma leale. E passo dopo passo, centimetro dopo centimetro le Fenici sono riuscite a venire a capo di un match da consegnare di diritto negli annali della quasi decennale storia gialloverde. Questa partita resterà negli occhi e nei cuori degli sportivi caivanesi come una delle più belle imprese degli ultimi anni per pallavolo espressa ed al netto della forza dell’avversario. Vola sempre più in alto Phoenix, ora tutti ad Arzano.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like