STRISCIONE ESPOSTO PRIMA DI PIANURESE-CAIVANESE

ESORDIO CON VITTORIA, LA CAIVANESE VINCE E CONVINCE

on ott 21, 13 • by • with Commenti disabilitati su ESORDIO CON VITTORIA, LA CAIVANESE VINCE E CONVINCE

(INVIATO A PIANURA) Una grande Caivanese vince su un campo molto ostico come quello di Pianura. Le due squadre si rendono protagoniste di una bellissima iniziativa scendendo in campo con un comune striscione:  “Pianura e Caivano non devono morire”, messaggio che si lega alla delicata piaga dello sversamento di...
Pin It

Home » Calcio, Sport, Testata » ESORDIO CON VITTORIA, LA CAIVANESE VINCE E CONVINCE

(INVIATO A PIANURA) Una grande Caivanese vince su un campo molto ostico come quello di Pianura. Le due squadre si rendono protagoniste di una bellissima iniziativa scendendo in campo con un comune striscione:  “Pianura e Caivano non devono morire”, messaggio che si lega alla delicata piaga dello sversamento di rifiuti tossico-industriali nei nostri territori. Veniamo al calcio giocato. Toraldo e compagni devono fare il conto con qualche defezione vista l’assenza di Santagata, Esposito Paolo ed  Esposito Pietro. Mister Troise opta per il solito 4-2-3-1. La prima giornata di campionato è sempre delicata per approccio ed apprensione ma i ragazzi caivanesi non sembrano patire nessuna emozione. L’inizio è di quelli ben auguranti, la truppa del neo-presidente Cafaro tiene il campo con sagacia ed attenzione riuscendo a tramutare in bel gioco il lavoro duro posto in essere durante la settimana. La partita, come spesso accade, viene sbloccata da un episodio. Cross per Castaldo dall’out destro, un difensore pianurese intercetta nettamente con il braccio ed il direttore di gara indica il dischetto del rigore. Imela sistema con cura la sfera e spiazza il portiere. La reazione dei padroni di casa, ovviamente, non si fa attendere ma la Caivanese è brava a serrare le fila ed a non rischiare quasi mai. Quando il Pianura si rende pericoloso trova sulla sua strada un brillante Peluso che sventa le minacce. Nella ripresa la partita diventa agonisticamente più accesa, contatti duri e voglia di vincere da ambo i lati. I Boys hanno il merito di non disunirsi e gestire i momenti topici con intelligenza. La partita si canalizza sui binari gialloverdi quando Cafaro decide di dare sfogo a tutta la sua velocità, scatena tutti i suoi cavalli arrivando face to face con l’estremo difensore che, in uscita, non riesce ad opporsi. I padroni di casa perdono un po’ i riferimenti e quando restano in dieci, in conseguenza di un fallo di gioco dopo il quale si accende un parapiglia, sembra tutto finito. Ed invece? Le gare durano 90 minuti e non bisogna mai abbassare la guardia. La Caivanese sciupa una serie di occasioni per chiuderla definitivamente ed il Pianura è bravo a mettere paura all’armata gialloverde trovando un goal che da speranza ai locali. I padroni di casa, però, restano addirittura in 9 per un brutto fallo di frustrazione nei confronti di Aversano, uno dei migliori della Caivanese. Gli ultimi minuti sono di sofferenza emotiva ma la linea Maginot caivanese resiste fino al novantesimo. Questa squadra ha valori morali oltre che tecnici e la strada è quella giusta, non bisogna esaltarsi per una vittoria. Continuare a sudare sul campo cercando di imparare dagli errori primo fra tutti la gestione dei  minuti finali. Avanti ragazzi, avanti Boys.

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like