LE 7 NOTE AZZURRISSIME

on ott 2, 12 • by • with Commenti disabilitati su LE 7 NOTE AZZURRISSIME

Martedì 3 Ottobre, dalle ore 20.40, vi aspetto su Tele A (Ch 79 DTV) e Sky 929 per commentare il Napoli  e le 7 Note a Tutti Pazzi per il Calcio ! In diretta con Virginia Casillo, Gennaro Iezzo e Azzurrissimo.it   DO po la tripletta alla Lazio ed il quinto pallone ‘portato’ a casa, Gesù [&hellip...
Pin It

Home » Calcio, Sport » LE 7 NOTE AZZURRISSIME

Martedì 3 Ottobre, dalle ore 20.40, vi aspetto su Tele A (Ch 79 DTV) e Sky 929 per commentare il Napoli  e le 7 Note a Tutti Pazzi per il Calcio ! In diretta con Virginia Casillo, Gennaro Iezzo e Azzurrissimo.it

 

DO po la tripletta alla Lazio ed il quinto pallone ‘portato’ a casa, Gesù Cavani segna anche a Genova con la Samp. E’ capocannoniere del campionato e porta a 16 punti gli azzurri in coabitazione con la Juventus, in testa al campionato. L’uruguaiano è davvero fenomenale. Ieri, in una gara così ostica, un penalty così importante, è stato tirato magistralmente. Freddo, spietato, senza distrazioni, ha battuto un para rigori come Romero. E’ la sesta apparizione in campionato, sotto la Lanterna questa volta. Cavani avverte tutti e sogna di vincere: campionato, coppe e titolo di capocannoniere. Napoli sogna…

RE  mo e Romolo avrebbero fatto meglio di Castan e Burdisso in difesa a Torino, contro la Juve. Anche i fondatori di Roma piangono la squadra della città. Scherzi e mitologia a parte, i giallorossi sono ancora un oggetto misterioso del campionato italiano. La vittoria di Milano con l’Inter fece impazzire i tifosi romanisti, dopo l’annata tremenda con Gigi Enrico, poi il pareggio interno con la Samp in 11vs10 ed il crollo clamoroso di Torino, hanno spento tutte le fantasie dei tifosi della capitale. Troppi cambi, troppi giovani, troppi uomini non adatti al gioco del boemo Zeman. Sabatini e Baldini non dormiranno questi notti, i dubbi sono tanti ed alcuni acquisti, forse sono stati sopravvalutati. Atalanta e Genoa i prossimi due terribili test per gli uomini di Zdenek. La lupa è ferita.

MI  ccoli con tre fantastici goal regala il primo successo al Palermo. Il Romario del Salento ha fatto davvero il fenomeno. ieri pomeriggio al Barbera. Una delle tre reti, un capolavoro da oltre 40 metri. Una perla della giornata che lascia a bocca aperta Gasperini, i tifosi di Palermo e Chievo e tutti gli amanti del futbal. Fabrizio con questo goal è nell’Olimpo del calcio con Maradona, Recoba, Stanovic, Vieri e Mascara, quei fenomeni del pallone che, visti i portieri fuori dai pali, li hanno castigati da distanze siderali. Standing ovation per Fabrizio.

FA 151 goal Alberto Gilardino dopo Totti e Di Natale, è il terzo marcatore in attività nella classifica di tutti i tempi della serie A. Da quattro partite, sembra davvero tornato il violino di Biella. Cinque gol in quattro partite da titolare, due doppiette. Gilardino è sempre stato Gilardino, un grande bomber, forse mancava qualcosina che adesso ha ritrovato. Sarà il 10 di Baggio, il 10 di Signori, quello di Di Vaio, questa maglia porta davvero bene a chi la indossa: ‘sono nel pieno delle mie potenzialità, ma non dipende solo da me. Ora sto pensando al Bologna, è importante proseguire questo percorso di crescita e sono contento di trovarmi bene col mister e coi miei compagni, a loro dedico questi due gol’. Pioli è ben felice di coccolarselo: ‘ho già detto che sapevo che era forte, ma non immaginavo così tanto. E’ splendido, ha grandissima qualità e ha dimostrato molta disponibilità’. Gila è tornato!

SOL tanto 19 minuti per travolgere la Roma. La Juventus e lo stadium, squadra ed ambiente difficilmente battibile in questo momento. Feroci ed atleticamente in condizioni perfette, i bianconeri con aiuti e senza aiuti, favoriti e non, sono in testa al campionato. A Firenze ha dato segnali di stanchezza, stroncati dalla prestazione di sabato sera a Torino. La difesa può sfruttare anche il turn over con gli ingressi di Caceres e De Ceglie, a centrocampo si permette il lusso di far riposare Asamoah, in attacco Giovinco e metterli sul finale partita per chiuderla definitivamente. Matri e Quagliarella due armi diaboliche. La Juventus continua ai livelli straordinari dell’anno scorso: al Napoli ed alle altre ‘sorelle’, il compito di tenere aperto il campionato.

LA  faccia, l’atteggiamento e le risposte di Ciro Ferrara dopo Sampdoria – Napoli, ai microfoni Sky, mi hanno davvero rattristato. Probabilmente il fallo di Gastaldello su Hamsik era qualche centimetro fuori dall’ area di rigore, ad occhio nudo impossibile valutarlo perfettamente, forse neanche rivedendo il filmato più volte,  ma l’arbitraggio di Tagliavento non è stato a favore degli azzurri in svariate circostanze. Va bene che un allenatore si lamenti dopo una sconfitta, che faccia anche lo ‘spione’ avvisando gli arbitri di espellere Mazzarri, ma caro ‘Ciruzzo il napoletano’, 10 anni nel Napoli, esordio in A nel 1985 contro la Juventus e con la maglia azzurra, in dieci stagioni hai indossato la maglia azzurra 323 volte, mi domando e dico: ‘proprio necessaria quella faccia ‘morta’, quanto ti si chiede se il Napoli potrà vincere il suo terzo scudetto?’ Possibile che l’esperienza piemontese abbia cancellato quelle meravigliose giornate azzurre?

SI  mm’ e Caivano, paisà. Sono molto contento di far rientrare nelle 7 Note di questa settimana, il mio concittadino Danilo D’Ambrosio del Torino. Primo goal in Serie A  per il terzino di Caivano che scrive il suo nome nella goleada a Bergamo contro l’Atalanta. 5-1 dei granata contro la squadra di Colantuono, il risultato finale. D’Ambrosio ha realizzato la quarta rete, un’incornata di potenza e precisione. Grande soddisfazione in tutto il clan D’Ambrosio Una persona per bene, uno sportivo umile con sani principi che ha fatto della applicazione e dell’impegno la sua stella polare.

AZZURRISSIMO.IT

Related Posts

Comments are closed.

Scroll to top

Support us!

Facebook_like